in

Fiat Professional ha presentato oggi ufficialmente il nuovo Ducato elettrico

Fiat Professional ha presentato nelle scorse ore la versione totalmente elettrica di Fiat Ducato

Fiat Ducato elettrico

Fiat Professional ha presentato mercoledì il nuovo modello “100% elettrico” di Fiat Ducato, il cui processo produttivo inizierà nel 2020, con l’obiettivo di “offrire una soluzione di mobilità” nel trasporto di merci. Il responsabile di Fiat Professional per Europa, Medio Oriente e Africa, Domenico Gostoli, ha ammesso che la sfida con questo modello è non solo quella di affrontare “una rivoluzione tecnologica”, ma anche di “trasformare l’esperienza del cliente”. In una conferenza stampa, il dirigente ha spiegato che “per il momento i furgoni elettrici non hanno convinto gli acquirenti”, con solo lo 0,18% delle vendite del settore, così hanno deciso di studiare questo segmento per un anno attraverso 4.000 veicoli.

Gostoli ha detto che questa versione senza emissioni inquinanti “non perderà l’essenza del vero Ducato”, con caratteristiche identiche ai modelli diesel, per conquistare un mercato potenziale del 25% nel segmento della logistica urbana. Il carico disponibile sarà compreso tra 10 e 17 metri cubi di spazio e 1900 chilogrammi di peso, con una velocità massima di 100 chilometri all’ora e un’accelerazione da 0 a 100 km / h in meno di 20 secondi.

Per quanto riguarda l’autonomia, il cavallo di battaglia di questo tipo di veicolo, può raggiungere fino a 360 chilometri con una velocità media di 79 km / h e incorporerà un sistema di ricarica in movimento per aumentarne la durata. Inoltre, la filiale per i veicoli da lavoro del gruppo Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha dettagliato, presso la sua sede di Mirafiori a Torino (Italia), il rinnovo del suo modello più venduto, il Ducato, con la versione MY2020 progettata per ridurre l’impatto ambiente e adattarsi ai nuovi modelli di mobilità urbana.

Tra le sue maggiori novità c’è un nuovo cambio automatico a 9 marce con più potenza e con una maggiore risposta ai bassi giri, disponibile in due famiglie di motori con potenze da 120 cavalli e 180 CV. Il responsabile del prodotto di FCA, Luca Marengo, ha assicurato alla stampa che lo scopo di questa evoluzione è quello di trasformare i furgoni ingombranti in auto gestibili con una guida simile a veicoli privati. “Dovevamo renderlo più Ducato che mai con più tecnologia ed efficienza che mai”, ha dichiarato Marengo, che ha insistito per migliorare l’esperienza di guida a livello digitale.

Pertanto, include uno schermo tattile da 7 pollici con uno strumento di navigazione avanzato in cui “i conducenti possono inserire il peso e l’altezza del veicolo e il sistema eviterà di viaggiare attraverso strade strette e passaggi difficili”. Altri miglioramenti sono: servosterzo in punti ciechi, con sensori installati nel paraurti posteriore, frenata d’emergenza per evitare incidenti, Sistema di avviso di cambio di corsia e controllo in discesa.