in

Immatricolazioni auto in Italia: 500.000 in più nel 2018 rispetto al 2017

Gli italiani hanno speso 154 miliardi di euro per le loro auto solo lo scorso anno

Immatricolazioni auto Italia

L’ACI ha pubblicato i risultati dell’ultima edizione dell’Annuario Statistico che fa capire come gli italiani considerano molto importante l’auto. In particolare, il 2018 si è chiuso con aumento della vetture immatricolate nel Paese, passando da 38,5 milioni di esemplari del 2017 ai 39 milioni dello scorso anno. Dunque, si è registrato un aumento di 500.000 esemplari registrati.

Tuttavia, la crescita delle immatricolazioni è ancora più ampia se si prende in considerazione gli ultimi 10 anni. Infatti, secondo l’analisi svolta dall’Automobile Club d’Italia, dal 2008 al 2018 si è registrata una crescita del 7,3%.

Immatricolazioni auto Italia
645 auto ogni 1000 abitanti è il dato medio registrato dall’ACI nella sua ultima analisi

Mercato auto: crescono le immatricolazioni nel 2018 rispetto all’anno precedente

In Italia, sono registrate 645 auto ogni 1000 persone mentre in Trentino Alto Adige, Umbria e Valle d’Aosta abbiamo 720 auto ogni 1000 abitanti. Oltre a questo, l’ACI riporta che a Catania e Torino ci sono 715 e 6532 veicoli ogni 1000 abitanti, rispettivamente.

L’Annuario Statistico 2019 rivela anche che, sempre nel nostro Bel Paese, le auto a benzina hanno in media 14 anni e 4 mesi mentre quelle diesel 9 anni e 8 mesi. Il 56% delle vetture, invece, ha almeno 10 anni.

Un dato allarmante rilevato dall’ACI è che il 9,5% dei veicoli presenti in Italia appartiene alla classe Euro 0, quindi quella composta da modelli immatricolati prima del 31 dicembre 1992 e quindi parecchio inquinanti e poco sicure.

Nel 2018, rivela ancora lo studio svolto dall’Automobile Club d’Italia, gli italiani hanno speso 154 miliardi di euro per le loro auto (+1,6% rispetto al 2017). La somma maggiore spesa è quella riguardante l’acquisto del veicolo (esattamente 50,1 miliardi). Seguono i costi legati al carburante (39,4 miliardi) e quelli per la manutenzione (25,6 miliardi).