in

Tatiana Calderon progetta la sua futura scuola per piloti donna in Spagna

Il collaudatore di Alfa Romeo Racing aprirà in Spagna la sua prima scuola per piloti di sesso femminile

Alfa Romeo Racing Tatiana Calderon

Tatiana Calderon, attuale pilota collaudatore del team Alfa Romeo Racing di F1, ha raggiunto un accordo con LAMS, attuale direttore del Circuito di Navarra, per sviluppare la sua futura scuola per piloti donne sul tracciato navarrese. L’obiettivo di questa iniziativa è scoprire la prossima generazione di piloti, che, come lei, avranno l’opportunità di raggiungere la vetta. Il pilota dell’Alfa Romeo Racing gareggerà questa stagione in Formula 2, il preludio alla F1, con il team Arden BWT.

Tatiana Calderon è l’unica donna con possibilità di essere sulla griglia di F1 a breve termine e vuole favorire l’arrivo di più ragazze, condividendo la sua esperienza con loro. “Mi è costato molto arrivare qui e penso di poter condividere tutto quello che ho imparato con la nuova generazione di piloti di sesso femminile per le quali è difficile arrivare a questo livello. Spero che riusciremo a realizzare questa iniziativa che farà certamente bene a questo sport che mi ha dato tanto “, ha detto Tatiana.

“Il Circuito di Navarra ha una magnifica struttura per lo sviluppo di una futura scuola e lavoreremo insieme al circuito nello sviluppo di questo progetto. Se ci sono ragazze che si distinguono e vincono nel karting, non vedo perché non possano continuare a farlo anche a livelli più alti. Sono sicura che ci sono ragazze con la capacità e la passione per questo sport che possono raggiungere la cima e devi prepararle nel miglior modo possibile in modo che abbiano la loro possibilità ” Tatiana va oltre e non vuole limitarsi a quella che è una scuola  tradizionale. Vuole andare oltre, dal momento che è molto impegnata nella sicurezza stradale.

“Quando ho conosciuto il Circuito di Navarra ho visto che c’erano molte possibilità di combinare quello che è il puro pilotaggio con la sicurezza stradale di cui sono molto consapevole. La sicurezza stradale non riguarda solo la conoscenza e il rispetto delle regole, ma anche la conoscenza dell’auto che guidi, la capacità di rispondere a situazioni estreme e la pista di un circuito è lo scenario migliore per le ragazze per imparare a salvare le situazioni compromesse.”

“Noi del circuito di Navarra collaboreremo affinché questa iniziativa si cristallizzi e prosegua, per questo abbiamo messo a disposizione di Tatiana le nostre strutture. Nella sezione sulla sicurezza stradale e la guida sicura possiamo anche contribuire molto con le nostre strutture. Quando si lascia il circuito c’è un cartello con questa scritta “Qui finisce la gara e inizia la strada”, che ricorda a chi è stato in pista che da quel punto in poi la competizione è finita. Questo è qualcosa in cui dobbiamo anche sensibilizzare i giovani e i meno giovani, donne e uomini, per evitare molti incidenti, e anche in questo Tatiana Calderon ha idee molto chiare “, ha commentato José Mª Rubio Presidente di LAMS.