in

Bernie Ecclestone dice di aver commesso un errore di valutazione sulla capacità di Charles Leclerc

L’ex numero uno della Formula 1 ammette di aver fatto un errore di valutazione con il giovane pilota monegasco

Charles Leclerc

Bernie Ecclestone dice di aver commesso un errore di valutazione sulla capacità di Charles Leclerc con la Ferrari e afferma che il monegasco ha già mostrato abbastanza segni che potrebbe essere persino più veloce del suo compagno di squadra, il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel. Ecclestone era stato in precedenza critico nei confronti della decisione di sostituire Kimi Raikkonen con Leclerc, ma il 21 enne ha iniziato in maniera impressionante nel 2019. Una probabile vittoria in Bahrain gli è stata impedita da un guasto al motore ed è stato l’uomo più veloce del GP dell’Azerbaigian fino a quando un incidente di qualificazione ha messo fine alle sue speranze di pole position. L’ex numero uno della F1 Ecclestone è rimasto impressionato da un pilota che ha paragonato all’ex Ferrari Gilles Villeneuve.

Bernie Ecclestone ha detto a La Gazzetta dello Sport: “Ho sbagliato, ho pensato che mandare via Raikkonen non fosse una buona mossa. “Aspetterò un po’ di più la prossima volta prima di dare un giudizio finale. Al momento Charles sembra super-veloce, ha un grande controllo della macchina ed è persino, forse, più veloce di Vettel. Seb non è vecchio: quello che sta succedendo a lui è strano. Forse pensava di avere una vita facile e non si rendeva conto di quanto Charles potesse essere veloce, ma sono convinto che Vettel possa vincere il campionato.”

Vettel ha cinque punti di vantaggio e si trova due posizioni sopra Leclerc nel campionato piloti, anche se questo è in gran parte dovuto alla Ferrari che ha emesso gli ordini di squadra nelle prime tre gare, favorendo il tedesco in Australia e Cina. Del problema degli ordini di squadra, Bernie Ecclestone ha aggiunto: “Questo, in questa fase della stagione, è fuori luogo. Queste sono cose che vanno fatte più avanti nella stagione quando c’è un quadro più chiaro. Ora nessuno sa cosa accadrà durante la stagione.”

Bernie Ecclestone