in

Ferrari ha sbagliato a usare gli ordini di squadra così presto secondo Berger

L’ex pilota Gerhard Berger giovedì ha detto che la Ferrari dovrebbe far correre alla pari Leclerc e Vettel

Ferrari

Ferrari dovrebbe permettere a Charles Leclerc di correre alla pari con il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel piuttosto che favorire il tedesco. Lo ha detto l’ex pilota, Gerhard Berger, giovedì. L’austriaco, che ha vinto 10 Gran Premi per tre squadre diverse tra il 1986 e il 1997, ha detto ai giornalisti che era troppo presto per favorire Vettel sul suo giovane compagno di squadra monegasco. “Penso che sia un gioco aperto al momento”, ha detto il 59enne che sta promuovendo la serie DTM (German Touring Car) che ora gestisce.

“Per quanto mi piaccia Sebastian e per quanto io lo stimi, Leclerc sembra già adesso capace di vincere il campionato. “Non penso sia sufficiente dire beh, questo ha esperienza, questo no, quindi puntiamo sull’esperienza. Penso lascialo andare.” Leclerc è stato più veloce in Bahrain, quando ha iniziato in pole position e ha segnato il giro più veloce, nonostante a un certo punto gli sia stato detto di restare indietro.

Il 21enne avrebbe vinto quella gara se non fosse stato rallentato da una perdita di potenza a 10 giri dalla fine. In Cina lo scorso fine settimana ha lasciato passare il tedesco ed è finito quinto con Vettel terzo. Il nuovo boss della Ferrari, Mattia Binotto, ha chiarito a Shanghai che Vettel ha la priorità nelle situazioni 50-50, in quanto il concorrente più ovvio per la lotta al titolo, ma ha avvertito che le cose potrebbero cambiare. Berger, un compagno di squadra del tre volte campione Ayrton Senna alla McLaren nei primi anni ’90, ha detto che non ricordava di aver mai ricevuto ordini di squadra, ma che questi avrebbero avuto senso se fossero arrivati quando il campionato era già iniziato da molto tempo.

“Penso che sia una questione di capire quando sia accettabile questo atteggiamento. Secondo me se lo fai nella prima o nella seconda gara, non è una cosa giusta “, ha aggiunto. Leclerc, campione della Formula 2, ha sostituito Kimi Raikkonen nella squadra italiana. Alla domanda se sentisse che Leclerc, che aveva debuttato con Sauber lo scorso anno, fosse stato promosso troppo presto, Berger ha scosso la testa. “Niente affatto”, ha detto. “In tutti i casi la Ferrari ha sempre messo i due piloti che riteneva più veloci. Penso che ciò sia avvenuto con il giusto tempismo e sia stata la decisione giusta”.

 

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento