in

FCA ed Eni hanno sviluppato congiuntamente il nuovo carburante “A20”

Le due aziende italiane presentano un nuovo carburante sviluppato congiuntamente che si chiamerà A20

fca

Nell’ambito di una partnership stipulata nel mese di novembre del 2017,  il gruppo italo americano FCA ed Eni hanno sviluppato congiuntamente il nuovo carburante “A20“, caratterizzato da un basso livello di emissioni in ragione del suo contenuto di alcol: 15% di metanolo e 5% di bio-etanolo. Grazie alla sua formulazione a basso contenuto carbonico, alla componente bio e all’elevato numero di ottano, il nuovo carburante consente risparmi sulle emissioni di CO2 fino al 3% allo scarico, quantificato utilizzando la nuova procedura di omologazione WLTP. 

FCA e Eni presentano un nuovo carburante sviluppato congiuntamente che si chiamerà A20

Il nuovo carburante è stato appositamente realizzato per ridurre le emissioni dirette e indirette di CO2 e soprattutto per rendere questo carburante compatibile con la maggior parte delle vetture a benzina vendute dal 2001 in poi che corrispondono a più del 60% del parco circolante nel nostro Paese. Nel frattempo, FCA ed Eni stanno lavorando per migliorarne ulteriormente la formulazione, incrementando la quota di componenti di origine rinnovabile con l’obiettivo di continuare a ridurre le emissioni di CO2 valutate “Well-to-Wheel”, cioè considerate non soltanto quantificando il consumo del carburante ma anche la sua produzione e il trasporto.

Ti potrebbe interessare: FCA utilizza la termografia per prevenire infortuni ai dipendenti