in ,

Charles Leclerc rimane fiducioso della monoposto SF90

Il pilota 21enne commenta la situazione attuale dell’intera squadra

Charles Leclerc

Fin dai primi test di Barcellona, si era capito che Charles Leclerc avrebbe avuto un buon approccio alla stagione 2019 della Formula 1 nella scuderia Ferrari. Il pilota monegasco ha preso il posto di Kimi Raikkonen e ha dimostrato fin da subito di avere delle ottime capacità sia dentro che fuori pista, mettendo in mostra un potenziale sicuramente poco comune in un ragazzo della sua età.

Nel corso della conferenza stampa piloti di giovedì, che apre il fine settimana del Gran Premio del Bahrain, Charles Leclerc ha detto: “A essere onesti le emozioni non le ho proprio sentite, perché quando sei in gara ti concentri sul lavoro che devi fare in macchina ed è quello che ho cercato di fare nel miglior modo possibile. Non è stato un weekend facile. Dopo i test di Barcellona ci aspettavamo di più, ma ci sono stati anche molto aspetti positivi da tenere”.

Charles Leclerc Ferrari monoposto

Charles Leclerc: il giovane pilota infonde positività a tutto il team

Il giovane pilota della Ferrari F1 ha parlato anche del fine settimana di Melbourne sostenendo che le prestazioni al di sotto delle aspettative hanno colpito tutti. Nonostante ciò, il 21enne ha deciso di trasmettere positività a tutto il team sostenendo che le monoposto del cavallino rampante torneranno a vincere mostrando le stesse performance viste a Barcellona.

In particolare, Leclerc ha affermato: “Melbourne non è una pista realmente rappresentativa per quanto riguarda le prestazioni della macchina, anche se questo non significa che siamo andati forte come avremmo voluto. C’è tanto lavoro da fare, ma sono piuttosto fiducioso che il team stia facendo il lavoro giusto e che lo abbia fatto tra Melbourne e qui per cercare di migliorare. Anche da parte mia credo di aver commesso errori sia in qualifica che in gara. Cercherò di non commetterli in questo fine settimana. Uno degli errori che ho fatto l’ho commesso in Q3. Non sono riuscito a fare il giro che avrei voluto e poi in gara credo che tutti abbiano visto che ho fatto un lungo. Alla fine non ha influito sul risultato perché non avrei potuto fare meglio del quinto posto, però vista la situazione avrebbe potuto andare molto peggio. Per cui devo lavorare su questi aspetti”.

Charles Leclerc

Il lavoro fatto dalla squadra in queste ultime due settimane è servito per capire cosa sia andato storto sulla monoposto SF90. In merito a ciò, il pilota monegasco ha dichiarato: “Ci aspettiamo di essere più competitivi in Bahrain, crediamo di avere un pacchetto forte e abbiamo trovato delle risposte per la mancanza di competitività a Melbourne. Magari non le abbiamo trovate tutte, ma alcune le abbiamo trovate. Vedremo soltanto qui se erano problemi correlati alla pista o ad altri aspetti. Io però sono piuttosto fiducioso del nostro pacchetto. Non ero frustrato dal non poter lottare con il mio compagno di squadra in gara. Era solo il primo GP. Da parte del team non c’era nulla da guadagnare qualora fossi riuscito a superare Vettel. Avremmo chiuso la gara nelle stesse posizioni e avremmo portato a casa gli stessi punti comunque. Non avrebbe avuto senso farci lottare per due posizioni che avremmo portato a casa comunque, rischiando magari di portarne a casa meno di quanto abbiamo fatto”.

In conclusione, Charles Leclerc ha cercato di tirar su ancora una volta tutti i membri del team sostenendo che le SF90 sono state realizzate ottimamente, senza errori concettuali o strutturali. “L’atmosfera in Ferrari dopo Melbourne è la migliore e dobbiamo mantenerla tutto l’anno. Il nostro approccio è positivo ma abbiamo molto da fare. Ho molta fiducia nel team e stiamo lavorando molto per migliorare la macchina. Non penso che ci sia un problema strutturale o di concetto nella monoposto. Dobbiamo solo ottimizzare il pacchetto. Non credo che le prestazioni mostrate dalla SF90 in Australia siano quelle vere. Dobbiamo essere fiduciosi di fare meglio già da qui in Bahrain. Dobbiamo mantenere questo spirito”.