in

Il CEO di Nissan afferma di non essere a conoscenza di una possibile offerta per Fiat Chrysler

Il numero uno della casa nipponica nega di sapere se Renault sia davvero interessata a Fiat Chrysler

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il CEO di Nissan Hiroto Saikawa ha detto di non essere a conoscenza delle discussioni sulla possibilità che il suo partner francese Renault stia considerando un’offerta per Fiat Chrysler Automobiles. Quando è stato chiesto dai giornalisti se avesse sentito parlare dei discorsi, Saikawa ha risposto: “Niente affatto”. Il Financial Times ha riferito che Renault punta a riavviare i negoziati di fusione con Nissan entro un anno come primo passo verso la creazione di un conglomerato automobilistico più grande che potrebbe comportare un’offerta da entrambe le società per Fiat Chrysler. I portavoce di Renault, Nissan e di FCA non hanno voluto commentare la relazione.

Yoshihide Suga, segretario del Gabinetto del Giappone, ha detto che il governo non è a conoscenza dei fatti relativi ai rapporti su Renault che riprendono i negoziati per la fusione con Nissan. Ha detto che qualsiasi movimento specifico verso il mantenimento o il rafforzamento dell’alleanza dovrebbe essere discusso “in modo soddisfacente” dalle parti correlate. Il CEO di Mitsubishi Motors, Osamu Masuko, ha anche dichiarato di non aver sentito “assolutamente nulla” riguardo tali discorsi. Anche il governo francese  ha minimizzato la possibilità di un legame con Fiat Chrysler. Lo stato francese è l’azionista più potente di Renault con diritti di voto extra e una quota del 15%.

“La priorità assoluta per lo stato francese è l’Alleanza Renault-Nissan”, ha detto mercoledì il portavoce del governo Benjamin Griveaux. Le decisioni prese questo mese sulla governance dovrebbero consentire all’alleanza di “mettersi al lavoro”. Renault e Nissan all’inizio di questo mese hanno svelato un nuovo consiglio per governare la loro alleanza, che è stata su un terreno instabile a causa dell’arresto a novembre dell’ex capo Carlos Ghosn, che è in attesa di processo per presunti illeciti finanziari. L’ex numero uno del gruppo franco giapponese ha negato le accuse. Ghosn aveva pianificato di cementare la propria alleanza, ma una tale mossa aveva affrontato la resistenza all’interno di Nissan a causa di uno squilibrio di potere all’interno della compagine azionaria della società.

Il nuovo consiglio di alleanza guidato dal presidente della Renault, Jean-Dominique Senard ha migliorato la fiducia in modo che le due parti possano portare avanti i piani di fusione, secondo il Financial Times. Una combinazione di Renault, Nissan, Fiat e Chrysler creerebbe una casa automobilistica che potrebbe competere meglio contro concorrenti globali come Volkswagen e Toyota. Ghosn ha parlato della fusione della Renault con Fiat Chrysler due o tre anni fa, ma questa è stata fermata dal governo francese, sempre secondo quanto rivelato dal Financial Times.

FCA logo

Fiat Chrysler sta cercando una partnership o fusione e il presidente John Elkann ha incontrato altri gruppi, tra cui il gruppo francese PSA, per valutare la possibilità di un accordo, ha riferito il quotidiano. Renault, che detiene il 43% di Nissan, ha una capitalizzazione di mercato di 17,3 miliardi di euro. Nissan, che a sua volta possiede il 15% della Renault, ha una capitalizzazione di mercato di circa 3,85 trilioni di yen ($ 35 miliardi), mentre Fiat Chrysler è a 20,8 miliardi di euro.

Ti potrebbe interessare: FCA: Elkann spinge per un’alleanza con un altro gruppo