in

Jeep Gladiator vuole conquistare il mercato dei pick up

Il nuovo modello di Jeep si appresta a debuttare in un mercato in forte crescita con l’obiettivo di conquistare nuovi clienti

Gli americani hanno acquistato 524.000 pickup lo scorso anno, circa 1.400 al giorno, ma nessuno di loro aveva porte rimovibili. Tra poche settimane, questa lacuna sarà colmata da Jeep Gladiator, un nuovo rig che rappresenta la prima offerta di Fiat Chrysler nel settore dopo alcuni decenni.  Il tanto atteso Gladiator, che sarà costruito a Toledo, è drasticamente diverso dai pick up rivali, e non sono solo per le porte. Per favorire l’aria del motore, il parabrezza si piega e l’hardtop si stacca. Il portellone posteriore può essere bloccato in una posizione semi-abbassata per supportare meglio una pila di compensato. E la trasmissione manuale è standard, una cosa davvero insolita in America.

“Non c’è niente di simile là fuori”, ha detto l’analista di TrueCar Eric Lyman. “Tante persone lo guarderanno e diranno, ‘Wow, è il pick up più bello che abbia mai visto.” È come se i progettisti di Jeep portassero un po’ di idee in un settore che da tempo era troppo imbalsamato. “Molti dei pick up presenti sul mercato in questo momento sono intercambiabili tra di loro”, ha spiegato il responsabile marketing di Jeep, Scott Tallon. “Per questo abbiamo studiato nei dettagli come portare sul mercato qualcosa di diverso e unico. Saranno proprio queste piccole sfumature che lo distingueranno.”

Jeep non sta ancora prendendo gli ordini, ma sta prendendo nomi e e-mail da potenziali clienti. Finora, la lista è più lunga di qualsiasi altra mai registrata negli ultimi decenni per una Jeep, ha detto la compagnia. Nello specifico, Jeep Gladiator tenterà di rubare quote di mercato al Tacoma di Toyota, che ha dominato per decenni il segmento dei piccoli pick up. Toyota attribuisce il suo successo alla sicurezza, affidabilità e persistenza. “Per essere onesti, non siamo mai stati in grado di soddisfare la domanda”, ha detto il responsabile marketing di Tacoma, Don Johnson. “Abbiamo molta fiducia nel nostro prodotto, i nostri consumatori e il nostro patrimonio.”

Johnson non sembra preoccupato. Ha detto che si aspetta che il Gladiator otterà  meno di 50.000 compratori all’anno, un mercato “di nicchia” pieno di consumatori che potrebbero altrimenti acquistare una Jeep diversa. Fiat Chrysler si aspetta che fino al 15% della gente che pianifica di acquistare il fuoristrada Wrangler alla fine possa optare invece proprio per il Gladiator, che è realizzato nello stesso impianto e ha essenzialmente lo stesso layout e gli interni.

Ma alcuni compratori del Jeep Gladiator saranno proprietari di Jeep che altrimenti si sarebbero allontanati del tutto. Strategic Vision, una società di consulenza automatica, ha affermato che attualmente circa il 10% dei proprietari di Jeep abbandona il marchio per acquistare un pick up di un’altra azienda. “È meglio averli nel nostro segmento, piuttosto che vederli acquistare un Tacoma o (Ford) Ranger”, ha detto Bill Golling, presidente di Golling Chrysler Dodge Jeep Ram a Bloomfield Hills, nel Michigan.