in

Lancia Aurelia B20GT del 1953 in vendita nel Regno Unito a oltre 200.000 euro

Una delle vetture storiche del marchio torinese più apprezzate ora è in vendita!

Lancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno Unito

Lancia ha prodotto solo 720 esemplari della Serie III e questa Lancia Aurelia B20GT è una di queste. L’esemplare in questione lasciò lo stabilimento di produzione nel 1953 e fu spedita originariamente in Italia.

10 anni dopo, l’Aurelia fu importata nel Regno Unito dove passò per le mani di diversi proprietari. Nel 2009, la storica vettura fu venduta al suo ultimo proprietario. Viste le condizioni, la Lancia Aurelia B20GT venne sottoposta a un completo restauro che durò ben due anni. Si dice che siano state spese oltre 1200 ore per le varie riparazioni e per l’applicazione dell’antiruggine.

Lancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno Unito

Lancia Aurelia B20GT: un esemplare del 1953 disponibile all’acquisto nel Regno Unito

L’esemplare, inoltre, è stato rifinito nel colore originale (Amaranto) e equipaggiato con cerchi color crema. L’abitacolo della Lancia Aurelia B20GT del 1953 presenta un rivestimento in grigio chiaro e tutto è in perfette condizioni, compreso il motore V6 da 2.5 litri da 118 CV abbinato a un cambio manuale a 4 rapporti.

Terminato il restauro, il proprietario si imbarcò in un viaggio di 3219 km. Thornley Kelham, uno specialista britannico di restauro, ora sta cercando di vendere questo esclusivo esemplare. Il prezzo richiesto è di 185.000 sterline (215.117 euro).

Lancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno UnitoLancia Aurelia B20GT 1953 vendita Regno Unito

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento