in

Ferrari ripristina il marchio ‘Mission Winnow’ per il Bahrain

Ferrari ha formalmente presentato un cambio di nome della squadra con la FIA in vista del Gran Premio del Bahrain del prossimo weekend

Mission Winnow

La Ferrari ha formalmente presentato un cambio di nome della squadra con la FIA in vista del Gran Premio del Bahrain del prossimo weekend. La scuderia del cavallino rampante ripristina il marchio “Mission Winnow” dal gigante della produzione di sigarette e tabacco Philip Morris International, che era stato abbandonato per l’apertura della stagione in Australia. La Formula 1 ha vietato la pubblicità diretta dei prodotti del tabacco dal 2006, anche se la Ferrari ha continuato ad avere Marlboro come sponsor principale fino al 2011. Secondo alcuni “Mission Winnow” ha sfruttato alcune aree grigie nelle regole per aggirare le attuali normative dell’ente governativo.

Ferrari non è sola, con la McLaren che ha anche fatto un accordo per portare il marchio ‘A Better Tomorrow’ di British American Tobacco. Tuttavia, l’Australia è nota per le leggi anti-tabacco molto più severe che riguardano la promozione dei prodotti del tabacco. L’Organizzazione mondiale della sanità ha anche criticato la crescita della pubblicità del tabacco “indiretta” attraverso slogan e iniziative generali.

Gruppi di pressione locali hanno attaccato l’uso del marchio Mission Minnow considerato come un brand “subliminale” nel nome originale della Ferrari e nella livrea della macchina da corsa e hanno minacciato di intraprendere azioni legali contro la squadra. Di conseguenza, Ferrari ha optato nella prima gara  di cambiare il suo nome optando per un semplice Scuderia Ferrari e ha usato decalcomanie speciali per l’anniversario sulla SF90 a Melbourne al posto di “Mission Winnow”. Sono state apportate modifiche anche agli abiti dei membri del team. Le cose però torneranno alla normalità in Bahrain.