in

Alfa Romeo: due settimane di stop per la produzione a Cassino

Ancora produzione a rilento per Giulia, Stelvio e Giulietta

Alfa Romeo Cassino

Tutto come previsto. Anche ad aprile la produzione dei modelli Alfa Romeo nello stabilimento FCA di Cassino si manterrà su livelli decisamente ridotti. L’azienda, infatti, ha confermato un nuovo stop per la produzione per il sito che resterà fermo dal 18 aprile al 2 maggio, giorno di riapertura dei cancelli e della ripresa delle attività produttive. 

Questo stop, che sfrutta i giorni di Pasqua ed i giorni festivi del 25 aprile e del 1 Maggio, terrà ferme le linee produttive dei modelli Alfa Romeo a Cassino per due settimane. Da notare, inoltre, che FCA ha già confermato quattro giorni di cassa integrazione (1, 5, 8 e 12) per la prima parte del mese di aprile.

In totale, quindi, a Cassino si lavorerà per appena 9 giorni ad aprile. Di conseguenza, il quantitativo di unità prodotte di Giulia, Stelvio e Giulietta, i tre modelli della casa italiana che vengono assemblati nello stabilimento laziale, saranno decisamente poche e, molto probabilmente, anche i risultati di vendita di questo mese di marzo risulteranno nuovamente molto negativi, dopo i pessimi dati raccolti a febbraio. 

Ricordiamo, inoltre, che Cassino ha registrato ben tre settimane di chiusura tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 (con qualche giorno di stop in più per la Giulietta) e diversi nuovi stop produttivi tra gennaio e febbraio. A marzo, inoltre, nel sito laziale si è lavorato per appena 10 giorni. Tutti questi fermi produttivi stanno avendo evidenti ricadute negative sulle buste paga dei lavoratori FCA di Cassino e, naturalmente, anche sull’indotto dello stabilimento laziale che continua ad attraversare una fase di estrema difficoltà.

Nel frattempo, diverse fonti sindacali si mostrano negative in merito alle prospettive future dello stabilimento. I progetti annunciati, direttamente o indirettamente, da FCA per il sito di produzione laziale sono ancora molto lontani dall’avvio e potranno dare un contributo positivo sui livelli produttivi del sito solo tra diversi anni.

Ricordiamo, infatti, che a Cassino è previsto l’inizio della produzione dei modelli ibridi di Giulia e Stelvio oltre che del D-SUV Maserati. Per quanto riguarda le versioni elettrificate dei modelli Alfa Romeo, in passato si era parlato di un avvio della fase di pre-produzione per la metà del 2019 e di un’entrata a regime dei lavori per la fine dell’anno o per l’inizio del 2020. Al momento, la totale assenza di informazioni ufficiali sulla questione ci fa ipotizzare un ulteriore ritardo per il debutto delle prime ibride di Alfa Romeo che potrebbero arrivare soltanto a 2020 inoltrato.

Per quanto riguarda il D-SUV Maserati, invece, ci sarà ancora da attendere. Il progetto, basato sulla stessa piattaforma dell’Alfa Romeo Stelvio, dovrebbe entrare nella fase di piena produzione solo nel 2021. E’ possibile, in ogni caso, che la casa del Tridente presenti il suo nuovo D-SUV già nel 2020. Il lancio commerciale internazionale, in ogni caso, è ancora molto lontano. 

Staremo a vedere se devo un primo quadrimestre (gennaio-aprile) caratterizzato da costanti stop alla produzione, lo stabilimento di Cassino riuscirà a risollevarsi tornano ai livelli produttivi registrati nella prima parte del 2018. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul futuro del sito. 

Fonte