in

Fiat Chrysler: Il capo della finanza Palmer entra a far parte del consiglio di amministrazione

L’attuale chief financial officer di Fiat Chrysler Automobiles, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione della casa automobilistica

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Richard Palmer, chief financial officer di Fiat Chrysler Automobiles, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione del gruppo italo americano. Agli azionisti di FCA verrà chiesto di approvare l’ingresso di Palmer all’incontro annuale della società ad Amsterdam il 12 aprile. Il consiglio di amministrazione è responsabile della direzione e della strategia della casa automobilistica. Dopo l’incontro annuale, il consiglio avrà tre membri esecutivi: il presidente John Elkann, l’amministratore delegato Mike Manley e Palmer, insieme a nove membri non esecutivi.

L’agenda dell’incontro, pubblicata in anticipo da Fiat Chrysler, afferma che l’incarico riconosce la “vasta conoscenza dell’azienda e dei suoi affari e delle sue capacità manageriali”. Non è ancora chiaro quali poteri esecutivi Palmer otterrà con il ruolo di membro del consiglio. Palmer, 52 anni, è stato nominato CFO di Fiat SpA e membro del suo consiglio esecutivo di gruppo (GEC) nel 2011, e ha assunto lo stesso ruolo dopo la fusione con Chrysler che ha creato FCA. Nel suo ruolo è responsabile di tutte le attività finanziarie del gruppo inclusi controllo, tesoreria e tasse.

Palmer ha aiutato l’ex amministratore delegato, il compianto Sergio Marchionne, nei suoi rapporti con banche e analisti finanziari e ha profondi rapporti con la comunità finanziaria. Ha anche contribuito a ridurre il debito di FCA e ha lavorato a fianco di Marchionne su accordi come la fusione di Fiat e Chrysler, lo spin off della Ferrari e la vendita ancora da completare di Magneti Marelli alla Calsonic Kansei della KKR.

Palmer è entrato a far parte del Gruppo Fiat nel 2003 come CFO della controllata di automazione Comau. È uno dei pochi top manager che ha aderito al gruppo prima che Marchionne diventasse CEO e rimanesse con la compagnia, acquisendo un ruolo più ampio. Ha assunto il ruolo chiave di CFO di Fiat Chrysler US subito dopo l’acquisizione di Chrysler da parte di Fiat nel 2009. Prima di entrare in Fiat, Palmer era responsabile finanziario di diverse unità operative presso General Electric Oil & Gas. Ha trascorso i primi anni della sua carriera in audit con PricewaterhouseCoopers.