in

Giovinazzi: nota maggiore motivazione nella scuderia rispetto al suo debutto nel 2017

Secondo il pilota italiano nostante le persone siano le stesse, le motivazioni in Sauber sembrano aumentate molto rispetto al 2017

Antonio Giovinazzi

Antonio Giovinazzi afferma che la motivazione che abita nell’odierna squadra Alfa Romeo Racing / Sauber è molto più grande di quando ha fatto il suo debutto in F1 con la scuderia elvetica nel 2017. Mentre quest’anno è considerato un debuttante, Giovinazzi in reatà ha corso per la Sauber nei primi due Gran Premi della stagione 2017, quando ha sostituito un infortunato Pascal Wehrlein. Da allora, tuttavia, la squadra con sede a Hinwil ha attraversato una profonda trasformazione a seguito di cambiamenti da parte di azionisti e dirigenti e un rafforzamento dei suoi legami con la Ferrari attraverso la sua partnership con Alfa Romeo.

La Sauber ha registrato massicci progressi nel 2018 e  ha le ambizioni di fare un altro passo in avanti in questa stagione. “La squadra è la stessa, le persone sono le stesse del 2017, quindi ora l’unico cambiamento è il nome”, ha detto Antonio Giovinazzi. “Ma finora, ho visto che c’è più motivazione all’interno della squadra rispetto al 2017. Già dall’anno scorso, hanno ottenuto un buon risultato il che è stato positivo per la squadra. “Hanno nuovi piloti, Kimi è un campione del mondo, quindi la motivazione è davvero alta. È bello vedere ciò dal mio punto di vista”. 

“Abbiamo concluso un altro giorno costruttivo e abbiamo iniziato la seconda settimana di test con una nota positiva”, ha affermato. Con altri 99 giri, mi sento bene in macchina e sono soddisfatto dei progressi che stiamo facendo. Continuiamo a conoscere i nostri punti di forza come una squadra con ogni giorno trascorso in pista e siamo motivati ​​a continuare su questa strada.” Non vedo l’ora di tornare in macchina giovedì ” ha concluso Antonio Giovinazzi.

Lascia un commento