in

Una Fiat Dino Coupe del 1968, venduta all’asta a Parigi per 51.750 euro

Nell’asta organizzata da RM Sotheby’s a Parigi il celebre modello del 1968 è stato venduto ad un fan

Fiat Dino Coupe
Fiat Dino Coupe

Poche auto costruite al di fuori delle strutture di Maranello possono vantare, senza mezzi termini, di avere il DNA legittimo della Ferrari. Tuttavia, negli anni ’60 diversi modelli Fiat, prodotti e venduti all’ombra della casa di Enzo Ferrari, hanno potuto beneficiare di ciò. Un chiaro esempio è il modello di cui vi parliamo, all’interno del quale si nasconde il motore V6 della Ferrari Dino. Segnaliamo che nei giorni scorsi, una copia di questa Fiat Dino Coupe del 1968 molto richiesta ed esclusiva è stata appena venduta per 51.750 euro all’asta organizzata da RM Sotheby’s, all’interno dello showroom Rétromobile di Parigi.

Nell’asta organizzata da RM Sotheby’s a Parigi venduta una Fiat Dino Coupe per 51.750 euro

Queste coupé speciali sono state equipaggiate con il leggendario motore Ferrari. Era un propulsore forgiato in alluminio, con 2,0 litri di cilindrata, con cui la Ferrari voleva partecipare alla Formula 2 del tempo. L’accordo raggiunto tra i due costruttori italiani ha permesso alla Fiat di costruire questi propulsori e riconfigurare il telaio del veicolo per poterlo utilizzare sulla strada, legalmente, con l’aiuto del famoso specialista Aurelio Lampredi.  Il veicolo era equipaggiato con un cambio manuale a cinque marce, un differenziale autobloccante meccanico e dischi del freno a quattro ruote. La Fiat Dino Coupée così chiamata commercialmente, sviluppò una potenza di 158 CV. In totale, Fiat ha prodotto 384 unità della sua GT con motore anteriore. Un regalo per quegli acquirenti che non potevano permettersi l’acquisto di una Ferrari Dino V6.

Il veicolo venduto all’asta a Parigi ha percorso appena 91 mila chilometri

Il veicolo venduto all’asta a Parigi, con numero di telaio 135AC0002476 e numero di motore 135B0000003535, lasciò la fabbrica della Fiat, a Torino, nel 1968, prima di essere consegnato al suo proprietario, un imprenditore industriale parigino. Verniciato in blu e con interni in pelle rossa, il veicolo mantiene la sua configurazione originale, come i cerchi in lega di fabbrica, un Cromodora da 14 pollici. Sappiamo anche che l’auto è stata venduta ad un appassionato nel 1975, che lo ha mantenuto per 35 anni. Infine, l’auto ha cambiato proprietà per la terza volta nel 2014. Ora, il suo contachilometri segna 91.000 chilometri ed è già passato a un nuovo proprietario.