in

La Ferrari ha lasciato Vettel a combattere da solo

Secondo Luciano Burti il tedesco non è stato aeguatamente supportato nel 2018

Sebastian Vettel

L’ex pilota di F1 Luciano Burti ritiene che la Ferrari abbia lasciato Sebastian Vettel in svantaggio nella sfida per il titolo 2018 contro Mercedes e Lewis Hamilton. Il tedesco era sembrato in buona forma all’inizio dell’anno, ma sia il pilota che il costruttore sono crollati nella seconda fase della stagione. Parlando al podcast di Autosport, Burti ha spiegato che gli errori che Vettel ha commesso durante la stagione 2018 potrebbero essere stati causati da una mancanza di supporto da parte della squadra che ha lasciato Vettel a combattere da solo.

“Ha fatto un errore molto piccolo, una cosa che accade, ed è stato sfortunato perchè è successo nel momento sbagliato e nel posto sbagliato e ha avuto una grande conseguenza”, ha detto Burti. “Da allora, penso davvero che qualcuno come Jean Todt gli avrebbe dato un buon feedback. Penso che Vettel abbia pensato a reagire al suo errore da solo. Una volta che hai la pressione fai un errore. Una volta che ci pensi, il danno è fatto. Penso che sia quello che è successo a lui.”

“Anche se è un grande campione, è troppo umano e quando hai quei sentimenti, non ti fa bene. “Era da solo e qualcuno come Jean avrebbe fatto la differenza per rimetterlo in carreggiata perché non è normale vedere un quattro volte campione fare tanti errori e, a volte, anche errori stupidi”. La Ferrari spera di poter rimediare agli errori della scorsa stagione e vincere il suo primo campionato mondiale dopo il trionfo di Kimi Raikkonen nel 2007.

Lascia un commento

Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.