in

FCA: l’accordo con il Dipartimento di Giustizia USA costerà oltre 700 milioni di dollari

L’accordo tra FCA e il dipartimento di giustizia americano sarebbe ormai ad un passo, il gruppo italo americano pagherà oltre 700 milioni

Sarebbe di oltre 700 milioni di dollari il costo che il gruppo FCA dovrà sobbarcarsi in seguito al presunto accordo con il Dipartimento di Giustizia americano che dovrebbe portare alla chiusura del caso dieselgate che ha coinvolto oltre 104 mila veicoli diesel di Fiat Chrysler Automobiles venduti negli Stati Uniti. L’indiscrezione è stata riportata nelle scorse ore dall’agenzia di Stampa Reuters che già nei giorni scorsi aveva fatto trapelare la voce di come questo accordo fosse ormai vicino. L’annunci potrebbe avvenire già nella giornata di giovedì.

Sempre secondo la Reuters questo accordo prevede il pagamento di 311 milioni di dollari come risarcimento al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, almeno  75 milioni di dollari agli Stati americani che si sono lamentati di quanto accaduto e 280 milioni di dollari ai proprietari di veicoli coinvolti. Fiat Chrysler che ha sempre negato di aver voluto commettere degli illeciti ha comunque a proseguito la vendita di veicoli diesel negli Stati Uniti con un aggiornamento software. Ricordiamo infine che sempre a proposito di dieselgate, al gruppo Volkswagen è sicuramente andata molto peggio rispetto a FCA. La società di Wolfsburg infatti ha dovuto pagare più di 25 miliardi di dollari a causa della manipolazione degli scarichi in America nello scandalo scoppiato nel mese di settembre del 2015.