in

Montezemolo: ‘Schumacher ha cambiato il DNA della Ferrari’

Secondo l’ex presidente di Ferrari l’impronta di Schumacher si vede ancora in Ferrari

Ferrari Michael Schumacher mostra

Michael Schumacher ha cambiato per sempre il DNA della Ferrari con il suo dominio vincente nei primi anni 2000, secondo l’ex presidente della Scuderia Luca Di Montezemolo. Schumacher e Ferrari sono stati incoronati campioni del mondo in cinque stagioni consecutive dal 2000 al 2004 – un dominio recentemente eguagliato da Mercedes. In quel periodo Schumacher ha vinto cinque dei suoi sette campionati del mondo piloti mentre la squadra italiana si è dimostrata imbattibile.

Solo Kimi Raikkonen è stato incoronato campione del mondo in Ferrari dopo il dominio di Schumacher, con Felipe Massa, Fernando Alonso e Sebastian Vettel che sono finiti secondi in campionato da allora. Montezemolo dice che l’approccio “maniacale” di Schumacher ha lasciato un’impronta duratura sulla Ferrari, che da allora ha guidato la squadra attraverso i loro sforzi. “Vedi, a parte l’immenso talento al volante, penso che abbia lasciato una scia nel DNA della Ferrari”, ha detto parlando con il Quotidiano Nazionale.

“Era sempre coerente con se stesso anche nei momenti di difficoltà. Oggi ricordiamo giustamente le vittorie, ma ci sono voluti cinque anni per realizzarle, tra sconfitte e discussioni. Sono rimasto colpito dalla sua maniacale attenzione ai dettagli, e con Schumi hai capito che anche il più piccolo dettaglio era ancora fondamentale,” ha detto Montezemolo.

Montezemolo