in

Alfa Romeo: l’Ecotassa anche se depotenziata fa sempre paura

Cassino potrebbe avere grossi problemi nel caso in cui Alfa Romeo Stelvio fosse colpito dall’ecotassa

Alfa Romeo stabilimento Cassino dazi

Il governo gialloverde ha trovato ieri sera l’accordo sui punti fondamentali della manovra. A quanto pare l’Ecotassa che aveva tanto fatto nascere scontri dentro l’esecutivo alla fine sarà confermata. Questa però, grazie alle richieste della Lega e del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, verrà depotenziata e finirà per riguardare solo auto di grossa cilindrata. Ancora il testo finale non è stato rivelato e dunque diventa difficile capire quali auto saranno coinvolte. In base però alle prime indiscrezioni sembra che mentre Fiat Panda non sarà colpita da eventuali aumenti per le sue versioni a combustione, lo stesso non accadrà per le nuove auto di Alfa Romeo ed in particolare per Stelvio. Questo in quanto il provvedimento è volto a colpire in particolare questo tipo di auto, indicate tra le maggiori responsabili dell’inquinamento nelle nostre città.

Ovviamente cresce a Cassino la preoccupazione per il futuro dello stabilimento visto che il provvedimento potrebbe colpire alcune delle auto qui prodotte come ad esempio Alfa Romeo Stelvio e forse anche il futuro suv compatto di Maserati. L’Ecotassa 2019 sulle nuove auto rimane, ma a quanto pare sarà solo per le immatricolazioni di nuove auto “di lusso”. Non è però al momento ancora chiaro cosa si intenda per auto di lusso. Nel 2020 a Cassino dovrebbe partire la produzione delle nuove versioni ibride di Alfa Romeo Stelvio e Giulia. Però fino a quel momento per lo stabilimento laziale di FCA ci sarà da soffrire, se alla fine il governo come pare manterrà l’ecotassa. 

Alfa Romeo Cassino