in

Ferrari Dino: la baby Ferrari di Maranello ipotizzata in chiave moderna

Ecco come potrebbe essere la nuova generazione della Dino secondo E. Milano

Ferrari Dino render chiave moderna

La Ferrari Dino è una delle vetture più sportive ed eleganti realizzate fino ad ora dal cavallino rampante. L’auto venne svelata ufficialmente per la prima volta in occasione del Motor Show di Francoforte nel novembre del 1967 e commercializzata un anno dopo, esattamente nel mese di marzo.

La Dino è stata una vettura ad alte performance costruita da Maranello fino al 1973 ed è passata alla storia con il soprannome di “baby Ferrari” per via dell’implementazione di un motore V6 da 195 CV anziché dei soliti propulsori V12.

Ferrari Dino render chiave moderna

Ferrari Dino: E. Milano immagina la vettura in una versione moderna

Il nome completo del veicolo italiano era in realtà Ferrari 246 Dino dove 246 indicava la cilindrata 2.4 del motore a 6 cilindri disposti a V mentre Dino era un omaggio al figlio scomparso di Enzo Ferrari.

A livello di design, la vettura ad alte performance del marchio automobilistico modenese è sicuramente affascinante con la sua carrozzeria disegnata da Pininfarina caratterizzata da dettagli estetici molto particolari.

Ferrari Dino render chiave moderna

Esempi sono i gruppi ottici anteriori incassati di grandi dimensioni e rotondi, le 3 feritoie per l’aria disposti sulla parte bassa del cofano motore, le sottili prese d’aria incluse nelle fiancate, gli ampi finestrini, il lunotto a sviluppo verticale e le classiche pinne di raccordo presenti tra il tetto e il cofano motore.

Tutte queste caratteristiche estetiche sono presenti nel render realizzato da E. Milano che ha voluto immaginare una versione in chiave moderna della Ferrari Dino. In particolare, E. Milano ha deciso di adottare sulla nuova Ferrari uno stile sicuramente moderno e originale.

Ferrari Dino render chiave moderna

Naturalmente, si tratta di una semplice ipotesi grafica che non ha nulla di ufficioso. Tuttavia, nei mesi passati si è parlato più volte di un misterioso progetto di Ferrari che avrebbe lo scopo di riportare in vita la vettura come un nuovo modello GranTurismo.

Vi ricordiamo che la Ferrari Dino originale è stata realizzata in 2487 esemplari fra coupé GT e spider GTS e riusciva ad accelerare da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi e a raggiungere una velocità massima di 235 km/h.


Written by Alessio Salome

Dopo il diploma in Ragioniere-Programmatore, inizia a muovere i primi passi nel mondo del blogging da Lucera, un piccolo paese in provincia di Foggia. Attualmente collabora con diversi siti Web e gestisce un blog personale. Nel tempo libero, invece, studia e approfondisce argomenti di suo interesse come tecnologia e motori e ascolta della buona musica.