in

Fiat Chrysler festeggia 500 mila unità prodotte a Pernambuco

Fiat Chrysler Pernambuco

Fiat Chrysler Automobiles che ha iniziato le attività produttive a Goiana nello stato di Pernambuco in Brasile nel 2015, ha festeggiato nelle scorse ore presso il Polo Jeep Automotive la produzione di 500 mila unità. Inizialmente, la produzione si era avviata con la Jeep Renegade. Il secondo modello ad arrivare nello stabilimento fu il pick up Fiat Toro e più recentemente a questi due modelli si è aggiunta anche la nuova Jeep Compass. I tre modelli sono destinati tanto al mercato brasiliano quanto all’esportazione verso i paesi dell’America Latina ed in particolare all’Argentina. Il  traguardo raggiunto è stato premiato dalla società, con la presenza di Antonio Filosa, presidente di FCA per l’America Latina che ha ringraziato gli operai per i risultati ottenuti in questi anni.

Fiat Chrysler Automobiles festeggia le 500 mila auto prodotte presso lo stabilimento di Goiana nello Stato di Pernambuco

Attualmente, la fabbrica Fiat Chrysler di Pernambuco, con una capacità di 250 mila unità all’anno, lavora da marzo in un regime a tre turni per produrre 930 veicoli al giorno. Il complesso ospita ancora un parco con sedici fornitori installati. Nella fabbrica trovano impiego ben 13.600 persone. In futuro lo stabilimento dovrebbe ricevere ulteriori investimenti da Fiat Chrysler. Il gruppo italo americano con il suo ultimo piano industriale ha infatti destinato corposi investimenti al Brasile ed in particolare a questo stabilimento dove in futuro troveranno spazio nuovi modelli che saranno annunciati da FCA nei prossimi anni.


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.