in

Fiat Chrysler: ex dirigente condannato in USA ad un anno di prigione

Fiat Chrysler Automobiles accordo USA Messico Canada

Michael Brown, ex dirigente di Fiat Chrysler Automobiles che ha collaborato alla gestione del Centro di addestramento nazionale UAW-Chrysler, è stato condannato mercoledì a un anno e un giorno in una prigione federale per aver contribuito a coprire una cospirazione che coinvolgeva dirigenti automobilistici che incanalavano pagamenti illegali a leader sindacali. Brown, 61 anni, di West Bloomfield Township, ex direttore dei rapporti di lavoro della casa automobilistica, è la prima di tre persone che si trovano ad affrontare le conseguenze penali di uno scandalo di corruzione generalizzato che coinvolge il sindacato United Auto e Fiat Chrysler.

Fiat Chrysler: ex dirigente condannato ad un anno e un giorno di prigione per lo scandalo corruzione scoppiato negli scorsi anni in USA

L’ex dirigente di FCA avrebbe deliberatamente fornito testimonianze fuorvianti e incomplete durante l’inchiesta del gran giurì, consentendo alla cospirazione di continuare per anni. “Ha coperto tutto”, ha detto il procuratore degli Stati Uniti Erin Shaw al giudice distrettuale Paul Borman. Brown, vestito con un abito nero, guardava dritto davanti a sé mentre il pubblico ministero contraddiceva l’avvocato difensore che ritraeva Brown come un uomo di sani principi. “Quell’uomo di sani principi ha fornito una falsa testimonianza a un gran giurì federale nel dicembre 2015”, ha detto Shaw.

 Brown aveva chiesto al giudice di prendere una “decisione giusta” ma non si è scusato e non ha spiegato il suo crimine. Dopo essere stato condannato, Brown ha salutato una dozzina di sostenitori in aula con abbracci, sorrisi e una risatina. Brown non dovrà presentarsi in prigione fino a maggio perché continua a collaborare con le indagini governative, che si sono allargate a Ford Motor Co. e General Motors Co.  Shaw ha fatto riferimento a almeno tre co-cospiratori non selezionati. Uno che era facilmente identificabile è l’ex vicepresidente della UAW Norwood Jewell, che si è ritirato dopo che la sua casa è stata perquisita dagli investigatori.