in

Antonio Giovinazzi pensa che le telecamere posteriori in Formula 1 sarebbero una buona idea

Antonio Giovanazzi nella prossima stagione di Formula 1 correrà accanto a Kimi Raikkonen nella scuderia Alfa Romeo Sauber. Il pilota italiano nel corso di una recente intervista ha detto che l’installazione di telecamere posteriori standard sulle vetture di Formula 1 potrebbe rappresentare una buona idea. “Penso che sia una buona cosa. A causa dell’aerodinamica nella parte posteriore dell’auto è difficile guardare negli specchietti. Forse uno schermo nel cockpit è un’idea per risolvere questo problema “, ha detto il giovane italiano cresciuto nell’accademia Ferrari a PlanetF1.

Anche il futuro pilota Alfa Romeo Sauber, Antonio Giovinazzi si dice favorevole all’introduzione di telecamere posteriori in F1

“Penso che sia positivo per i piloti di Formula 1 vedere cosa c’è dietro di la propria auto. Nel World Endurance Championship ogni vettura ha uno schermo. Per le GT-car è molto importante, perché attraverso lo schermo è possibile vedere quando arrivano le vetture LMP1 “, ha detto  Antonio Giovinazzi. Oltre al futuro pilota di Alfa Romeo Sauber anche il numero uno di Haas, Günther Steiner ha confermato che è in programma l’introduzione delle telecamere: “Questa tecnologia è attualmente disponibile, potremmo introdurla realmente e so che le discussioni alla FIA sono attualmente in corso. Charlie Whiting sta lavorando sulla possibile introduzione di questa tecnologia che potrebbe dare una grossa mano ai piloti in pista. “


Lascia un commento

Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.