in

Fiat Chrysler, GM e Ford hanno idee diverse in USA su come modificare le norme sulle emissioni

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Le case automobilistiche di Detroit, Fiat Chrysler, Ford e GM hanno espresso opinioni divergenti su come riformare le norme sulle emissioni delle auto negli Stati Uniti, quando hanno sollecitato il presidente Donald Trump a modificare le attuali regole. Le case automobilistiche hanno spiegato le loro opinioni sulla materia manifestando però sostanziali divergenze. Le differenze tra di loro potrebbero ostacolare i loro sforzi per convincere Sacramento e Washington al tavolo delle trattative prima che Trump definisca le nuove regole già nel prossimo marzo.

Fiat Chrysler, Ford e GM hanno espresso opinioni divergenti su come riformare le norme sulle emissioni delle auto negli Stati Uniti

General Motors ha ribadito la sua richiesta di un requisito per i veicoli a emissioni zero in 50 stati modellato sulla California. Ma la casa automobilistica ha anche sollecitato la California a scendere a compromessi. Le nuove regole “non dovrebbero richiedere investimenti ad alto costo nei miglioramenti marginali dei motori a combustione interna che i clienti non sono disposti a pagare e che distruggono le risorse per l’ulteriore sviluppo dell’elettrificazione”.

Ford ha esortato l’amministrazione americana a rinunciare all’idea, contenuta in alcuni degli scenari proposti nelle sue regole, di richiedere che gli standard di risparmio di carburante aumentino a un ritmo più veloce per i camion che per le autovetture. Ford inoltre ha chiesto che tutti i veicoli sportivi a due ruote motrici siano considerati come camion e non come auto. Ford ha avvertito che il piano regolatore Trump potrebbe tradursi in anni di contenzioso.

Fiat Chrysler Automobiles infine ha sollecitato i colloqui con la California, ma ha affermato che se i colloqui dovessero fallire, Trump dovrebbe procedere con il suo piano di revocare l’autorità statale per regolare le emissioni di biossido di carbonio dai tubi di scappamento e per imporre vendite di auto elettriche. Anche con forti incentivi da parte di governi e case automobilistiche del resto, le vendite di veicoli ibridi e a emissioni zero rappresentano il 3,3% del mercato statunitense.