in

Jeep ha raggiunto in Brasile gli obiettivi fissati per il 2025

Jeep

Jeep ha raggiunto quest’anno in Brasile l’obiettivo generale del marchio per il 2025 e cioè quello di vendere un proprio modello ogni cinque SUV venduti in totale. Nel mercato brasiliano questo obiettivo è stato raggiunto con sette anni di anticipo, con una quota del 22% nel settore SUV tra gennaio e settembre. In questi nove mesi le vendite di Jeep nel paese sono cresciute del 22,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, con 78.000 unità immatricolate, il 99,5% dei quali sono rappresentate da due modelli, Renegade e Compass, entrambi prodotti da FCA (Fiat Chrysler Automobiles ) a Goiana (PE), la fabbrica più moderna del gruppo italo americano inaugurata solo tre anni e mezzo fa, all’inizio del 2015.

Jeep con 7 anni di anticipo è riuscita a raggiungere il suo obiettivo di vendite in Brasile

Così Jeep guida con largo margine il segmento dei SUV in Brasile e con solo due modelli prodotti localmente è il nono marchio di veicoli più venduto sul mercato. L’utility sportiva media Compass, la più costosa delle due Jeep prodotte in Brasile, è tra le dieci vetture più vendute del paese nei primi nove mesi del 2018, classificandosi al nono posto con 44.300 unità, il che significa una crescita impressionante di 28,4 % rispetto lo stesso periodo del 2017. Renegade rinnovato di recente  va anche bene, è la 16 ° auto più acquistata nel paese, sommando 33.300 immatricolazioni da gennaio a settembre, con un incremento del 16,7% rispetto all’anno scorso. FCA prevede ulteriori progressi con il lancio della linea 2019.

Il successo di vendite in un lasso di tempo così breve, in quattro anni la flotta di Jeep in Brasile è passata da 15mila automobili nel 2014 a più di 300 mila attualmente, è anche accompagnata da un’elevata redditività, dato l’alto valore aggiunto dei due modelli, insieme ai generosi benefici fiscali del Northeastern Automotive Regime, che garantisce una sostanziale riduzione dell’IPI, oltre agli incentivi locali dello Stato di San Paolo. Il direttore commerciale di Jeep in Brasile, Tania Silvestri, attribuisce il positivo andamento del marchio anche all’efficienza riscontrata nella fabbrica Goiana che ha prodotto 500.000 veicoli da quando ha aperto nel 2015 e opera su tre turni. 

Lascia un commento