in ,

Ferrari: gli ultimi aggiornamenti hanno causato il crollo delle prestazioni?

Ferrari
Ferrari

La vittoria della Ferrari negli Stati Uniti con una monoposto priva degli ultimi aggiornamenti recentemente introdotti ha apparentemente confermato che la Scuderia di Maranello ha fatto un passo indietro critico e molto costoso sullo sviluppo dell’automobile dopo la pausa estiva. Si dice che la Ferrari ad Austin sia tornata essenzialmente ad una versione della vettura vecchia, rimuovendo le nuove parti introdotte e utilizzate nei Gran Premi di Singapore, Russia e Giappone, eventi in cui le monoposto del cavallino rampante sono state battute da Lewis Hamilton con il pilota della Mercedes che ha approfittato di ciò per mettere al sicuro la vittoria in campionato.

Ferrari avrebbe vinto in USA con una monoposto prima degli ultimi aggiornamenti visti a Singapore, Russia e Giappone

“La Ferrari crede di aver sbagliato strada con l’ultimo aggiornamento effettuato dal Gran Premio di Singapore in poi e in USA hanno deciso di tornare alla vecchia monoposto”, ha dichiarato venerdì il commentatore di Sky F1 Martin Brundle in Texas. “È  stato un fine settimana importante per la Ferrari perché ha dimostrato che gli ultimi aggiornamenti hanno peggiorato la sua situazione”

Per Mercedes senza l’incidente avrebbe vinto Vettel

“Erano più veloci”, ha concluso Lewis Hamilton mentre il boss delle Silver Arrows, Toto Wolff, ha dichiarato che Sebastian Vettel avrebbe vinto “facilmente” senza la sua collisione al primo giro con Daniel Ricciardo. Insomma un passo indietro per Ferrari che potrebbe essere costato il mondiale alla scuderia italiana del cavallino rampante.

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen ha trionfato ad Austin nel Gran premio di Formula 1 degli Stati Uniti 2018