in ,

Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932 vince il concorso di Motorclassica

Un raro esemplare di Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932 vince il concorso di Motorclassica in Australia

Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932
Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932

Nel 2018, le auto di Alfa Romeo si sono godute un grande numero di vittorie in vari concorsi. Vari modelli sono stati scelti innumerevoli volte, una 8C ha vinto il prestigioso concorso di Pebble Beach, e proprio la scorsa settimana un 6C ha vinto il Concours d’Elegance al GP di Zoute. Un altro riconoscimento arriva allo storico marchio italiano direttamente dall’Australia grazie al concorso di Motorclassica. Una splendida Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932 ha vinto il “Best in Show” di Motorclassica contro una concorrenza piuttosto dura. Questa 6C ospita la carrozzeria in alluminio della leggendaria casa di design Zagato che enfatizza il lungo cofano. Sotto al cofano troviamo un glorioso motore 1762cc in linea accompagnato da un compressore.

Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932 vince il concorso di Motorclassica in Australia

Questo esemplare originariamente si trovava nel Regno Unito ed era di proprietà di Bubby Featherstonehaugh, un pilota e musicista jazz. Circa 16 anni fa questo splendido esemplare di Alfa Romeo è arrivata in Nuova Zelanda, dove un certo signor Southward e i suoi figli iniziarono a restaurare l’auto. Purtroppo l’uomo che aveva acquistato l’auto è morto, e così è stato suo figlio ad esibire con orgoglio l’auto dopo che il suo restauro è stato completato da Bristol Motors in Nuova Zelanda quest’anno.

Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932
Alfa Romeo 19C 1750 GS Spider del 1932

Negli anni ’30 e ’40 il settore delle carrozzerie era una parte importante dell’automobilismo, con un modello che generava diverse varianti. Questo 6C open-top è un grande esempio della varietà che vi era in offerta in quel periodo. Tra gli altri vincitori della kermesse che si è svolta nei giorni scorsi in Australia segnaliamo infine anche le vittorie di una Maserati Ghibli Spyder del 1969 con il titolo di “Restoration of the year”, dell’Alfa Romeo Giulia Sprint Speciale del 1964 che ha ricevuto il trofeo “Spirit of Motorclassica” e della Jaguar Mk2, vincitrice del premio “Modern Classic”.