in

Leclerc: “Non mi sento il secondo di Vettel alla Ferrari”

Il giovane monegasco sembra avere le idee chiare per il futuro, Leclerc non sarà il secondo di Vettel in Ferrari

Charles Leclerc
Charles Leclerc
Nonostante debba ancora effettuare il suo primo Gran Premio con la Ferrari, Charles Leclerc sembra già avere le idee molto chiare sul suo futuro. Il ventunenne Monegasco pilota che in questa stagione corre per il team Alfa Romeo Sauber in Formula 1, diventato campione nelle precedenti due stagioni nella prima serie GP3 e poi in Formula 2, si unirà a Sebastian Vettel nel 2019 nella scuderia italiana del cavallino rampante. Dal suo arrivo in Ferrari nel 2015, Vettel è la stella assoluta della squadra italiana. Sia l’anno scorso che quest’anno, Vettel sembrava avere la possibilità di vincere il titolo ad un certo punto della stagione.
 

Il giovane monegasco sembra avere le idee chiare per il futuro, Leclerc non sarà il secondo di Vettel in Ferrari

A proposito del suo rapporto con il suo futuro compagno di squadra, Charles Leclerc ha dichiarato nelle scorse ore: “So che molte persone pensano che io sarò il secondo pilota di Ferrari, ma io non credo che le cose stiano così. Come avviene in ogni squadra, si inizia l’anno su un piano di parità”, ha detto Leclerc nel podcast ufficiale di Formula 1. “Solo se uno dei due piloti lotta per vincere il campionato e l’altro no, allora ci possono essere dei cambiamenti, penso sia normale che l’altro pilota possa aiutare chi combatte per il titolo. Io voglio fare bene l’anno prossimo e dunque non credo che ad inizio stagione ci sarà un “secondo pilota” alla Ferrari.”

Leclerc sta finendo la sua prima stagione completa quest’anno in Formula 1, il Monegasco sta guidando per Alfa Romeo Sauber. Al servizio della scuderia svizzera è riuscito a raccogliere 21 punti in Coppa del Mondo nei primi diciassette Gran Premi di quest’anno che rappresentano anche i primi 17 Gran Premi della sua giovane carriera. Al momento il pilota si trova al 15 esimo posto della classifica generale piloti. 

Sebastian Vettel e Charles Leclerc