in

Vettel ammette la superiorità di Mercedes e afferma che Ferrari ha reso la vita facile ai tedeschi

Sebastian Vettel ha riconosciuto che Ferrari non vive un buon momento e che la squadra italiana ha contribuito a rafforzare una Mercedes che sembra già essere in vantaggio nelle ultime gare

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel
La stagione 2018 F1 ha visto un impressionante crollo di Sebastian Vettel e di Ferrari. In sole sette gare, il tedesco è passato da un vantaggio di 8 punti ad uno svantaggio di 67 punti dal leader del campionato Lewis Hamilton. L’ex campione del mondo ha ammesso che attualmente Mercedes sta vivendo un grande periodo di forma, ma che anche la Ferrari ha facilitato la missione di Mercedes dando una grossa mano ai rivali tedeschi. Vettel, dopo aver ottenuto la sesta posizione al Gran Premio del Giappone , ha ammesso la superiorità di Mercedes pur non definendo del tutto chiuso il campionato.
 

Vettel ammette la superiorità di Mercedes in questa fase della stagione ma conferma che Ferrari sta dando una grossa mano ai rivali

Il campionato non è ancora del tutto finito. Nell’ultima gara abbiamo finito per rendere le cose un po’ più facile per loro. Ma anche loro hanno avuto grandi meriti. Dobbiamo concentrarci su di noi e fare la nostra parte nelle prossime gare e poi vedere cosa succede. certamente finire in sesta posizione mentre loro vincono il Gran Premio non aiuta “, ha detto. Il tedesco non ha parlato esattamente dello scontro con Max Verstappen, ma ha detto che avrebbe potuto fare un po’ meglio. Vettel è partito in Giappone in ottava posizione per un errore tattico della Ferrari sulle gomme e poi per un suo errore nel giro veloce.

Sebastian Vettel Ferrari
 
“Sarebbe stato molto difficile per noi fare bene in Giappone, ma penso che avrei potuto fare un po’ meglio con la macchina e far durare ancora un po’ di più le gomme”, ha detto. “Se guardiamo all’intero anno siamo stati molto vicini a Mercedes, ma penso che nelle ultime gare non siamo stati così forti, Mercedes sta approfittando di ciò.”

Lascia un commento