in

Jeep: la nomina di Tim Kuniskis potrebbe portare nuove auto ad alte performance?

Qualcuno ipotizza che la scelta di Tim Kuniskis come nuovo numero uno di Jeep in USA significhi l’arrivo di modelli ad alte prestazioni

Jeep

All’inizio di quest’anno, la comunità di Dodge è rimasta scossa nell’apprendere della partenza di Tim Kuniskis che ha assunto il ruolo di nuovo numero uno di Alfa Romeo e Maserati a livello globale, lasciando la sua posizione in Dodge a Steve Beahm. Le cose però sono cambiate in seguito all’improvvisa scomparsa del leader di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, morto a fine luglio. Il suo posto è stato preso dal numero uno di Jeep, Mike Manley, che adesso è stato nominato nuovo amministratore delegato di Fiat Chrysler.

Qualcuno ipotizza che la scelta di Tim Kuniskis come nuovo numero uno di Jeep in USA significhi l’arrivo di modelli ad alte prestazioni

Con l’arrivo di Manley nella posizione di nuovo numero uno di Fiat Chrysler si sapeva che ci sarebbero stati cambiamenti importanti nell’organigramma del gruppo italo americano. Questo è successo  realmente nei giorni scorsi quando sono stati annunciati alcuni cambiamenti. Negli USA ha fatto molto scalpore la nomina di Tim Kuniskis a capo del marchio Jeep in Nord America. L’introduzione di un leader che spesso in passato è stato protagonista del lancio di auto ad alte prestazioni supporta l’aspettativa che altri modelli dalle elevate performance possano arrivare in futuro nella gamma del brand americano.

Jeep Grand Cherokee Trackhawk Redeye Rumor

A giugno, FCA ha lanciato il suo ultimo piano quinquennale e ci sono state molte novità per il marchio Jeep. La casa americana beneficerà di 9 nuovi modelli entro il 2022, tra cui 10 modelli ibridi e 4 veicoli completamente elettrici. Cosa ancora più importante, i piani di giugno hanno rivelato che i modelli Trailhawk, Deserthawk e Trackhawk saranno incrementati nei prossimi anni nella gamma del brand. In altre parole, sembra che ci siano altre Jeep “Hellcat powered” in arrivo. Dunque l’arrivo di Tim Kuniskis potrebbe essere un indizio di quelle che sono le intenzioni per il futuro del marchio americano. Tim Kuniskis del resto ha fatto un lavoro magistrale con Dodge da questo punto di vista e si pensa che lo stesso adesso possa avvenire con Jeep. 

 

Lascia un commento