in

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: dati di vendita negli USA a confronto con le rivali dopo 8 mesi di 2018

Alfa Romeo Giulia WhatCar

Dopo i primi otto mesi di 2018 è tempo di fare un bilancio dettagliato sullo stato delle vendite di Alfa Romeo negli USA, un mercato chiave per il futuro del marchio italiano nel corso dei prossimi anni. In attesa dell’inevitabile espansione della gamma di veicoli, Alfa è presente in USA con l’Alfa Romeo Giulia e l’Alfa Romeo Stelvio a cui si affianca, con volumi di vendita ridottissimi, la 4C.

Tra gennaio e agosto, Alfa Romeo ha venduto 16.521 unità negli USA con Giulia e Stelvio che hanno raggiunto praticamente lo stesso risultato di vendita (il SUV è in leggerissimo vantaggio come vedremo nei paragrafi seguenti). Il confronto con le dirette rivali vede i due modelli di casa Alfa Romeo ancora un po’ indietro ma le distanze si fanno, di mese in mese, sempre più brevi e qualche modello è già stato superato sia dalla Giulia che dallo Stelvio.

Le due vetture di casa Alfa Romeo occupano segmenti di mercato decisamente differenti. Anche negli USA, infatti, le berline medie registrano un netto calo di vendite, con la Giulia che va in contro-tendenza, mentre i SUV di medie dimensioni come lo Stelvio rappresentano sempre più un punto di riferimento per tutto il mercato a stelle e strisce.

Alfa Romeo Stelvio B-Tech

Per analizzare al meglio le vendite della casa italiana partiamo, quindi, dalle vendite dell’Alfa Romeo Stelvio. Il SUV di segmento D prodotto nello stabilimento di Cassino ha raggiunto quota 8.180 unità vendute registrando nel mese di agosto scorso il suo miglior risultato mensile di sempre, con un totale di ben 1.271 unità consegnate ai clienti americani.

Se diamo uno sguardo alle dirette rivali, notiamo la considerevole distanza che separa lo Stelvio dai SUV premium tedeschi dello stesso segmento. Il Mercedes GLC, ad esempio, chiude i primi 8 mesi dell’anno con un totale di più di 44 mila unità vendute ed una crescita percentuale del +57%. Ottimi dati anche per l’Audi Q5 che raggiunge 41 mila unità vendute nel periodo di tempo considerato con una crescita percentuale del +22%. Un po’ più indietro, invece, il BMW X3 che si ferma a 35 mila unità vendute ma registra una crescita percentuale del +18%.

Più vicino allo Stelvio è, invece, il più costoso Porsche Macan che raggiunge quota 15 mila unità vendute nei primi 8 mesi di 2018 con una crescita percentuale del +10% rispetto ai dati dello scorso anno. Da segnalare le circa 7 mila unità vendute della Jaguar F-Pace, in calo del -44%, e le 11 mila unità vendute della Range Rover Velar, una delle principali novità del mercato degli ultimi mesi, accolta in modo molto positivo dai clienti americani.

Tra i SUV nipponici premium segnaliamo le 13 mila unità vendute dell’Infiniti QX50, che cresce del 25% rispetto ai dati dello scorso anno, e le 39 mila unità vendute del Lexus NX, uno dei punti di riferimento del segmento, in crescita del +5% rispetto allo stesso periodo del 2017. Ancora avanti anche il Volvo XC60 che raggiunge quota 20 mila unità vendute con una crescita del 46% rispetto allo scorso anno.

Passiamo ora alle vendite dell’Alfa Romeo Giulia. La berlina italiana ha raggiunto quota 8.177 unità vendute negli USA, appena tre unità in meno rispetto allo Stelvio, registrando una crescita percentuale del +48% rispetto ai primi 8 mesi del 2017. Anche in questo caso, diverse dirette rivali sono ancora avanti.

Partiamo dalle tedesche. L’Audi A4 ha venduto 23 mila esemplari nel corso del periodo considerato negli USA con una crescita percentuale del +1,5% rispetto all’anno precedente. La BMW Serie 3, invece, raggiunge 31 mila unità vendute negli USA con una flessione del -16%, un dato che certifica la difficoltà dell’intero segmento di mercato. La Mercedes Classe C raggiunge 37 mila unità vendute (i dati comprendono le vendite della variante coupé) con una flessione del -28% rispetto allo scorso anno.

Per quanto riguarda le rivali asiatiche della Giulia, invece, troviamo l’Infiniti Q50 a quota 24 mila unità vendute (-2.5%), la Acura TLX a 20 mila unità vendute (-13%) e la Lexus IS che chiude il gruppo con 15 mila unità vendute ed una flessione del -9% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. Da segnalare le quasi 7 mila unità vendute della gamma Volvo 60 Series (-41%) e le poco più di 3 mila unità vendute dalla Jaguar XE (-52%).

Alfa Romeo Stelvio vendite Europa

I dati raccolti dopo 8 mesi di 2018 da Alfa Romeo sono, senza dubbio, positivi. Il brand italiano sta ricucendo, di mese in mese, le distanze con le dirette rivali. E’ chiaro che i marchi premium tedeschi sono ancora molto distanti, ma sia la Giulia che lo Stelvio hanno tutte le carte in regola per continuare a crescere e spingere in avanti il marchio Alfa Romeo in attesa dell’arrivo dei nuovi modelli ed, in particolare, del futuro SUV di segmento E, un modello fondamentale per permettere ad Alfa Romeo di compiere il salto in avanti definitivo sul mercato americano.

Ricordiamo che con oltre 16 mila unità vendute da gennaio, Alfa Romeo ha già superato i risultati ottenuti in tutto il 2017 negli USA (12 mila unità vendute) e chiuderà il 2018 con un nuovo record di vendite. L’obiettivo sono le 25 mila unità vendute su base annua, un risultato che, dopo 8 mesi di anno, è potenzialmente alla portata della casa italiana. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulle vendite oltreoceano di Alfa Romeo. L’appuntamento è fissato per l’inizio di ottobre con la pubblicazione dei dati di vendita di settembre.

Lascia un commento