in ,

Jean Todt parla del suo ultimo incontro con Sergio Marchionne

A fine giugno è avvenuto l’ultimo incontro tra Jean Todt e Sergio Marchionne prima della morte di quest’ultimo

Todt e Marchionne

Il numero uno della FIA, il francese Jean Todt, ex direttore generale di Ferrari, nelle scorse ore ha voluto raccontare il suo ultimo incontro con Sergio Marchionne, l’ex numero uno di Ferrari e Fiat Chrysler deceduto lo scorso 25 luglio a Zurigo. Essendo presente a Monza in occasione del Gran Premio di Formula 1 d’Italia in qualità di numero uno della FIA, Jean Todt ha parlato del defunto Marchionne. Il francese ha raccontato alla stampa che c’è stata una cena a giugno tra lui, Marchionne e il boss della Formula 1 Chase Carey.

A fine giugno è avvenuto l’ultimo incontro tra Jean Todt e Sergio Marchionne prima della morte di quest’ultimo

Todt ha dichiarato: “Abbiamo parlato a Ginevra del futuro della Formula 1. Il 29 giugno mi ha inviato un messaggio di testo per dire quanto era stato contento di quell’incontro. Era convinto che il futuro della F1 potesse essere positivo. “Jean Todt ha detto che quella di Sergio Marchionne è stata una grande perdita”. Il francese ha dichiarato: “Non si tratta solo di ciò che ha fatto per lo sport. Riguarda anche la sua passione, il suo stile. Era una personalità favolosa. Ho lavorato con lui ancor prima che diventassi il capo della FIA. Non ci trovavamo sempre d’accordo. Ma mi piaceva come ragionava e lo rispettavo.”

A proposito del nuovo CEO della Ferrari, Louis Camilleri, Jean Todt afferma: “Camilleri è una persona molto intelligente. Ama il motorsport, ma ovviamente ha uno stile completamente diverso da quello di Sergio Marchionne. È un uomo d’affari di grande talento, è molto diretto. Sono molto ottimista sul fatto che insieme faremo gli interessi del FOM, della FIA, delle scuderie e della Ferrari “.