in ,

Ferrari: Il nuovo CEO Camilleri ammorbidisce la posizione del suo team nei confronti di Liberty Media

Per il nuovo numero uno di Ferrari Camilleri la Formula 1 continuerà ad essere sempre attraente per il suo team

Ferrari

Il nuovo CEO della Ferrari, Louis Carey Camilleri, ha indicato che il team sarà più ricettivo nei confronti della visione di Liberty Media per il futuro della Formula 1 di quanto non lo fosse Sergio Marchionne, il suo predecessore. Marchionne accusava Liberty Media di voler trasformare la F1 in una sorta di “NASCAR globale”. L’ex CEO più di una volta aveva minacciato di voler abbandonare il campionato nel caso in cui un cambio di regole avrebbe stravolto la competizione dal 2021. Al contrario di Marchionne, ieri Camilleri a Monza ha dichiarato che crede che la Formula 1 rimarrà attraente per il suo team.

Per il nuovo numero uno di Ferrari Camilleri la Formula 1 continuerà ad essere sempre attraente per il suo team

“Se la Formula 1 continuerà a mantenere il proprio DNA e le gare saranno competitive ed entusiasmanti per i fan, il campionato allora per noi continuerà ad essere praticabile” ha detto Camilleri. “Penso che tutti siano d’accordo nel rispetto di questi principi, occorre però capire come arrivare a garantire ciò. ” Liberty Media sta negoziando con le squadre per la revisione programmata del regolamento tecnico e sportivo. 

“Sono fiducioso che è nell’interesse di tutti trovare un accordo che sia fattibile per tutti”, ha detto Camilleri. “Oltre a questo onestamente non sono disposto a dire molto perché non amo negoziare attraverso i media”. Camilleri ha elogiato Marchionne, che è morto inaspettatamente a luglio, definendolo un “individuo straordinario” con “un enorme cervello e un’energia senza limiti”. “Io e Sergio abbiamo chiaramente stili molto diversi, tuttavia penso che abbiamo la stessa ambizione” ha aggiunto Camilleri.