in ,

Magneti Marelli: Fiat Chrysler avvia trattativa per la sua cessione?

Secondo indiscrezioni Magneti Marelli sarebbe vicina alla cessione alla società americana KKR

Magneti Marelli
Magneti Marelli

Una notizia clamorosa è arrivata da poche ore direttamente dagli Stati Uniti. La società di acquisizione americana KKR  sarebbe in trattative per acquisire Magneti Marelli dal gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Il potenziale prezzo di vendita non è stato immediatamente comunicato. Magneti è valutata intorno ai 3,23 miliardi di euro da alcuni analisti. Questo fa pensare che il prezzo di vendita possa anche essere superiore a tale livello. Al momento le parti però non avrebbero ancora raggiunto un accordo definitivo. Un possibile accordo arriva in un momento in cui l’amministratore delegato appena nominato da FCA, Mike Manley, ha il compito di gestire le attività della casa automobilistica in Europa dopo la morte avvenuta lo scorso mese del suo predecessore Sergio Marchionne. 

Secondo indiscrezioni Magneti Marelli sarebbe vicina alla cessione alla società americana KKR

Sotto la guida di Marchionne, Fiat Chrysler Automobiles si è concentrata sullo scorporo di Magneti e sulla quotazione del titolo entro la fine di quest’anno o all’inizio del prossimo anno alla borsa di Milano. Una vendita a titolo definitivo suggerisce che Mike Manley si aspetta di generare da questa operazione più valore di quello che deriverebbe da uno spin off, garantendo la possibilità a FCA di concentrare maggiormente la sua attenzione sullo sviluppo dei brand di Jeep, Ram, Maserati e Alfa Romeo. Ricordiamo che Magneti Marelli impiega oltre 40 mila persone, realizzando una vasta gamma di componenti per auto. La società ha generato entrate per 7,9 miliardi di euro nel 2016, secondo il sito web della compagnia.

Fiat Chrysler Automobiles Magneti Marelli spin-off

L’ultimo rapporto annuale di FCA afferma che il 34% delle entrate di Magneti Marelli proviene da attività all’interno del gruppo. Secondo indiscrezioni, KKR dovrebbe acquisire Magneti attraverso la Calsonic Kansei, società con sede in Giappone, creando un gigante di ricambi auto che potrebbe ridurre i costi eliminando le operazioni che si sovrappongono.