in

Formula 1: Haas non è preoccupata dai sempre più stretti legami tra Ferrari e Alfa Romeo Sauber

Il numero uno del team americano non è preoccupato dalla collaborazione tra Ferrari e Alfa Romeo Sauber

Haas non si sente minacciata dal fatto che Ferrari in Formula 1 abbia un rapporto sempre più stretto con il team svizzero Alfa Romeo Sauber. La scuderia elvetica sembra destinata a diventare sempre più come una sorta di Ferrari B. Basti pensare che già adesso il piccolo team svizzero è equipaggiato con il motore Ferrari di ultima generazione, proprio come l’altra cliente di Maranello, il team American Haas. Recentemente, Simone Resta, ex capo progettista del cavallino rampante, è diventato direttore tecnico del team svizzero, dimostrando ancora una volta che i collegamenti tra Maranello e  la scuderia di Hinwil stanno aumentando sempre di più. 

Formula 1: il team Haas non si sente minacciata dalla sempre più ampia collaborazione tra Ferrari e Alfa Romeo Sauber

Finora, il team Haas è stato considerato il team B della Ferrari, grazie a una partnership tecnica che consente ad Haas di equipaggiare le proprie monoposto con motori, cambi e sospensioni di Ferrari, oltre a essere in grado di utilizzare la galleria del vento della squadra italiana, così come altri elementi periferici del motore. Questa partnership consente ad Haas di contenere i costi. Dall’inizio di questa stagione, anche il team Sauber beneficia in Formula 1 di una partnership tecnica con Maranello.

Formula 1

Il numero uno del team americano, Gunther Steiner dice che la sua squadra non si sente minacciata dall’ascesa di Alfa Romeo Sauber e continua ad avere un ottimo rapporto con Ferrari. Parlando con “Racer” il team principal di Haas ha dichiarato:  “Abbiamo ottimi rapporti con Ferrari, ha funzionato bene per quattro anni e siamo molto felici. A Maranello non hanno alcun interesse a degradare la nostra relazione, perché sono felici con noi. Paghiamo le bollette, lavoriamo sodo, loro lo vedono. Cerchiamo di renderli orgogliosi con il loro motore, quindi anche loro sono contenti. Ho buoni rapporti con Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto quindi non ci sono problemi. “