in

Ferrari: Louis Camilleri è l’uomo giusto secondo gli analisti

Alcuni analisti sono convinti che il nuovo CEO del cavallino rampante riuscirà a fare molto bene

Ferrari Louis Camilleri analisti

Nei giorni scorsi abbiamo visto che Louis Camilleri è diventato il nuovo amministratore delegato di Ferrari prendendo il posto di Sergio Marchionne, deceduto in seguito a delle complicazioni. Sicuramente il presidente della Philip Morris ha un compito difficile in quanto deve continuare l’ottimo lavoro svolto dal top manager italo-canadese.

Secondo quanto dichiarato da alcuni analisti e addetti ai lavori, Louis Camilleri avrebbe tutte le capacità necessarie per guidare senza problemi il cavallino rampante. Il nuovo CEO di Ferrari è stato eletto esattamente il 21 luglio dopo che sono sorte complicazioni sullo stato di salute di Marchionne.

Ferrari Louis Camilleri analisti

Ferrari: gli analisti sono fiduci delle capacità di Louis Camilleri

L’improvviso cambiamento di guardia ha sconvolto anche gli investitori che si aspettavano che l’ex presidente di Maranello sarebbe rimasto fino al 2021. Il principale compito di Louis Camilleri sarà quello di portare a termine la strategia di medio termine prevista dall’ex numero uno per Ferrari.

Tutte le persone che hanno seguito la carriera del nuovo amministratore delegato del cavallino rampante, prima nella società di tabacco Altria e poi in Philip Morris, hanno detto che il manager ha dimostrato grandi capacità di muoversi in un settore dove ci sono diverse leggi e normative a sfavore.

Ferrari Louis Camilleri analisti

Proprio come visto con Sergio Marchionne, anche Louis Camilleri è molto famoso per aver fatto crescere il valore delle aziende gestite grazie all’utilizzo di spin-off. Ad esempio, il nuovo CEO di Ferrari ha portato a termine lo scorporo di Altria in Kraft Foods.

Bonnie Herzog, analista del tabacco di Wells Fargo, ha dichiarato che Camilleri è capace di comprendere le esigenze del consumatore, del marchio e della premiumizzazione e inoltre è un forte esecutore. Nonostante ciò, il compito che dovrà svolgere il 63enne in Ferrari sarà ancora più arduo.

Ferrari Louis Camilleri analisti

Abbiamo visto come negli ultimi anni la casa automobilistica modenese è riuscita ad ottenere numerosi record. Ad esempio, il mese scorso, il prezzo delle azioni ha toccato il massimo storico di 129,90 euro e inoltre la società automobilistica è riuscita a vendere circa 8400 veicoli lo scorso anno, ottenendo un valore di circa 24 miliardi di euro e portandola quasi allo stesso livello di Fiat Chrysler Automobiles che ha venduto, però, 4,7 milioni di esemplari.

Una delle sfide più impegnative per Louis Camilleri sarà quella di spingere ancor di più Ferrari, arrivando al lancio dell’attesissimo primo SUV che dovrebbe arricchire la gamma di Maranello nei prossimi anni. A questo punto non ci resta che attendere i prossimi mesi e vedere se il nuovo CEO sarà l’uomo giusto o no per sostituire Sergio Marchionne.

Written by Alessio Salome

Dopo il diploma in Ragioniere-Programmatore, inizia a muovere i primi passi nel mondo del blogging da Lucera, un piccolo paese in provincia di Foggia. Attualmente collabora con diversi siti Web e gestisce un blog personale. Nel tempo libero, invece, studia e approfondisce argomenti di suo interesse come tecnologia e motori e ascolta della buona musica.