in

Alfa Romeo, Imparato: “sveleremo la nuova sportiva nel 2023”

L’Alfa Romeo potrebbe svelare la new entry sportiva della gamma in anticipo a quelle che finora sono state le previsioni.

jean-philippe_imparato_alfa_romeo_brand_ceo

Un’auto sportiva moderna potrebbe essere in programma prima del previsto, grazie a un rapido processo di recupero da parte del marchio, sotto la direzione dell’amministratore delegato Jean-Philippe Imparato e le ingenti risorse messe a disposizione dalla società madre Stellantis. La prossima vettura a elevate prestazioni presenterà spunti di design dell’Alfa Romeo T33 Stradale, la quale verrà mostrata all’inizio del 2023, ha dichiarato Imparato, probabilmente sotto forma di bozzetto o concept avanzato.

Alfa Romeo: si anticipano i tempi per la nuova sportiva

Alfa Romeo logo

Le parole del chief executive officer sono piuttosto sorprendenti. Difatti, ci si aspettava che qualsiasi nuova sportiva Alfa Romeo arrivasse entro la fine del decennio, poiché il marchio si era ulteriormente distinto con modelli quali l’ultimo suv aggiunto al portafoglio prodotti, nei segmenti più venduti.

La sportiva del domani sarebbe dovuta essere elettrica, in linea con i piani di Alfa di avere un assortimento di veicoli esclusivamente a batteria dal 2025. Ma qualcosa è cambiato e chi lo dice è proprio il numero uno del brand. In un’intervista rilasciata al magazine Autocar, il top manager di Alfa Romeo ha lasciato intendere la possibilità di muoversi di gran lunga in anticipo, almeno in termini di vetture votate alle performance. Sotto il piano dei motori, invece, il passaggio avverrebbe in maniera più graduale, comprensiva pure dei motori a combustione.

Nuova Alfa Romeo 33 stradale

Per il momento – ha spiegato – esistono due scenari: solo ICE o full electric. L’ultima parola non è stata data, ma sono parecchio galvanizzati dai cambiamenti intercorsi nell’industria delle quattro ruote. Il tutto è molto selettivo e costoso. Quindi, il dirigente ha fornito qualche dettaglio ulteriore sulla concezione personale della mobilità del domani. Come da egli raccontato al magazine britannico, il pubblico e gli media assisteranno al frutto dei lavori nella prima metà del 2023.

Usano una parola per definire l’azienda: “sportiness”. Quando la testata gli ha chiesto se la nuova proposta potesse ricordare la T33 Stradale, ha risposto in senso affermativo, pur senza voler scendere nei particolari. Serbano tante “fantastiche idee” incentrate sulla iconica storia della compagnia. Inoltre, Imparato ha menzionato l’Alfa Romeo Spider Duetto tra i modelli che vorrebbe vedere un giorno sul mercato.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!