in ,

Alfa Romeo Sauber: cosa cambierà con la morte di Sergio Marchionne?

E’ stato Sergio Marchionne a volere fortissimamente il ritorno del Biscione in Formula 1, adesso cosa accadrà?

Sono in tanti a domandarsi nel mondo dei motori cosa potrebbe cambiare per il team Alfa Romeo Sauber dopo la morte dell’ex numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne. È stato proprio Marchionne a riportare il marchio Alfa Romeo in Formula 1, come sponsor della squadra svizzera. Ripetutamente negli scorsi mesi è stato detto che Alfa Romeo avrebbe anche potuto acquisire la scuderia, cosa che però il patron Pascal Picci ha negato. Marchionne voleva anche riportare un altro marchio FCA in Formula 1, Maserati. Nessuno sa se questo adesso accadrà. Il Presidente di Fiat Chrysler Automobiles John Elkann non ha ancora affrontato il problema. 

Alfa Romeo Sauber: la scomparsa di Sergio Marchionne potrà avere effetti sulla collaborazione tra le due società?

Nel frattempo in FCA sono arrivate anche le dimissioni di Alfredo Altavilla. Il manager, ex responsabile di FCA per l’Area EMEA, era stato la forza trainante nell’accordo di sponsorizzazione di Alfa Romeo a Sauber, in quanto Altavilla è notoriamente un grande simpatizzante della casa automobilistica del Biscione. Quando l’alleanza tra Alfa Romeo e Sauber fu annunciata a fine novembre, si parlò solo di un accordo a lungo termine. Ma non fu specificato come questa collaborazione si sarebbe poi sviluppata nel tempo.

Alfa Romeo Sauber

Un punto interrogativo a questo punto riguarda anche i piloti. Sembra proprio che Sergio Marchionne volesse mettere il pilota di Alfa Romeo Sauber Charles Leclerc nella seconda Ferrari accanto a Sebastian Vettel l’anno prossimo. Secondo alcuni invece la morte di Marchionne rafforza la posizione di Kimi Raikkonen. Infatti a quanto pare il team principal di Ferrari, Maurizio Arrivabene, preferirebbe fare affidamento sulla continuità anche per il 2019, confermando Vettel e Raikkonen.