in

Stellantis, dalla nuova Peugeot 408 nascono le cugine “Fiat Duna” e Opel Monza [RENDER]

Dalla Peugeot 408, appena svelata in alcune foto ufficiali, un pixel master ha provato a immaginare una Fiat Duna e una Opel Monza.

Stellantis

Distinguersi. È la parola d’ordine per opporsi in maniera stravagante alle tradizionali offerte di segmento compatto come Volkswagen Golf, Ford Focus o Renault Megane, ma anche per impartire una lezione new-age ad altre fastback a cinque porte quali la celebre Skoda Octavia o la nuova arrivata Renault Arkana nel Vecchio Continente. Ma cosa succede se la linea del tetto che scorre dinamicamente ha bisogno di una mano dei cugini per il gruppo Stellantis?

Stellantis: la Peugeot 408 funge da ispirazione

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KDesign AG – (@kdesignag)

Beh, almeno in tutto il regno virtuale, qualcuno è già andato oltre. Del resto, niente come i render permettono di dare forma (almeno su schermo) a vetture nuove, mai approdate sul mercato e probabilmente destinate a non farlo mai. Un mago del CGI è Kleber Silva, un artista residente in Brasile, conosciuto nel world wide web soprattutto con lo pseudonimo KDesign AG sui social media. Negli ultimi tempi il talentuoso designer ha viaggiato, almeno col proprio pc e/o tablet, in Europa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KDesign AG – (@kdesignag)

Ma lo spunto di maggior interesse, almeno ai fan del conglomerato nato dalla fusione tra FCA e PSA, è stato dato dalla Peugeot 408 Model Year 2023. Proprio negli ultimi giorni la Casa automobilistica francese ha svelato alcune raffigurazioni della nuova versione e da qui si è accesa la lampadina nella mente di Kleber Silva. Come ben sappiamo, uno dei principali punti di forza di Stellantis risiede nelle economie di scala. Lo stesso amministratore delegato del colosso automotive, Carlos Tavares, parla spesso e volentieri di razionalizzazione dei costi.

Perciò, perché non pensare a cugine potenzialmente imminenti sia di Fiat che di Opel? Beh, la Duna torinese sembra un pio desiderio e nient’altro, salvo clamorose notizie da parte dei portavoce ufficiali della compagnia. Al contrario, una rinascita di Opel Monza pare una suggestione davvero interessante, in quanto con maggiori chance di riuscita. Naturalmente si viaggia con la fantasia, ma sognare non costa nulla e ci sarebbero per davvero dei presupposti seri da cui partire, quantomeno dal punto di vista storico.