in

Stellantis: primo cambio negli USA dopo i giudizi poco lusinghieri dei fornitori

Stellantis: dopo i cattivi giudizi ricevuti dai fornitori in Nord America nei giorni scorsi primo cambio importante per il gruppo automobilistico

Stellantis Logo

Alcuni giorni dopo che è emersa la notizia che Stellantis era risultata ultima in un sondaggio sulle relazioni con i fornitori in Nord America, la casa automobilistica ha annunciato un cambio di leadership. Marlo Vitous è stato nominato vicepresidente senior degli acquisti e della catena di fornitura per il Nord America per la casa automobilistica, a partire dal 1 giugno.

Martin Horneck, che era a capo degli acquisti e della catena di fornitura da marzo 2020, quando è entrato a far parte dell’azienda, “ha annunciato la sua decisione di ritirarsi”, secondo un comunicato stampa di Stellantis.

Stellantis: nomina importante dopo i cattivi giudizi ricevuti dai fornitori in Nord America nei giorni scorsi

Vitous, che è stata di recente vicepresidente della gestione della catena di approvvigionamento, ha iniziato a lavorare con l’azienda nel giugno 1998, prima che Fiat Chrysler diventasse Stellantis. Il suo profilo LinkedIn elenca la sua posizione come supervisore di produzione presso lo stabilimento di assemblaggio di Sterling Heights. Da allora ha ricoperto incarichi di crescente responsabilità sia nella catena di approvvigionamento che negli acquisti.

Nel suo nuovo ruolo, Vitous sarà responsabile del supporto del piano aziendale Dare Forward 2030 dell’azienda e del rispetto degli impegni dell’azienda in materia di elettrificazione e software attraverso “un approvvigionamento affidabile ed efficiente”, afferma il comunicato.

Stellantis
Stellantis: dopo i cattivi giudizi ricevuti dai fornitori in Nord America nei giorni scorsi primo cambio importante per il gruppo automobilistico

“Marlo porta una vasta esperienza in questa posizione e ha svolto un ruolo chiave per l’azienda durante la carenza globale di chip”, ha affermato nel comunicato Mark Stewart, chief operating officer di Stellantis North America.

“Non vediamo l’ora che continui a guidare nel suo nuovo ruolo a supporto della nostra trasformazione in un’azienda di mobilità tecnologica focalizzata sul cliente”.  Stewart ha ringraziato Horneck per “la sua leadership e i suoi contributi soprattutto durante il COVID e la carenza globale di microchip”.

Ti potrebbe interessare: Peugeot e DS rappresenteranno Stellantis al Salone di Parigi 2022