in

Alfa Romeo: in Formula 1 si punta ad essere terza forza del Mondiale

Senza ombra di dubbio, fra i team più interessanti del lotto c’è quest’anno l’Alfa Romeo: oggi il team si trova 5° nel Mondiale Costruttori

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas

L’introduzione dei nuovi regolamenti in Formula 1 ha sparigliato le carte, in maniera positiva se si guarda allo spettacolo e alle derivanze di cui hanno beneficiato alcuni team. Senza ombra di dubbio, fra i team più interessanti del lotto c’è quest’anno l’Alfa Romeo. Il team italo elvetico del Biscione, nonostante dei test pre stagionali vissuti con l’allarme dell’affidabilità, ha infatti messo in pratica prestazioni di tutto rispetto con risultati parecchio interessanti soprattutto provenienti dalla C42 affidata alle mani dell’esperto Valtteri Bottas.

Va detto anche che proprio il finlandese, che lasciava la Mercedes dopo cinque stagioni di rinnovi annuali, mai si sarebbe aspettato di poter riuscire a lottare quasi ad armi pari con il suo vecchio team stringendo fra le mani il volante di un’Alfa Romeo che nel 2021 aveva chiuso la stagione al penultimo posto nella classifica del Mondiale Costruttori con appena 13 punti raccolti nell’arco di una stagione intera.

L’Alfa Romeo crede di poter lottare per la terza piazza del Mondiale

La crisi del team della Stella è palpabile e le ottime doti mostrate dall’Alfa Romeo permettono di ben sperare e ipotizzare puntando verso l’alto. Non è un caso che proprio Valtteri Bottas è riuscito a concludere davanti a Lewis Hamilton a Imola provando a fare lo stesso a Miami dove solamente un errore sul finale ha privato Valtteri di una posizione migliore.

Oggi quindi l’Alfa Romeo F1 Team, nonostante il solo punticino raccolto finora da Guanyu Zhou al debutto sulla C42 e in Formula 1, si ritrova all’interno della quinta piazza nel Mondiale Costruttori dietro a Ferrari, Red Bull, Mercedes e McLaren: sono infatti 15 i posti che separano la compagine italo elvetica dal quarto posto occupato dal team di Woking, ovvero 64 quelli che intercorrono fra l’Alfa e la Mercedes oggi in terza posizione. Se invece si guarda la classifica relativa al Mondiale Piloti, Valtteri Bottas è relegato in ottava posizione con Lewis Hamilton due posizioni davanti a lui ma distaccato di sole 6 lunghezze.

Valtteri Bottas

In queste settimane è emersa quindi una costante: l’Alfa Romeo può e vuole battagliare proprio con la Mercedes, attuale terza forza di questa stagione 2022. Sebbene il responsabile degli ingegneri di pista del team, Xevi Pujolar, abbia ammesso che i principali competitor dell’Alfa Romeo siano “Alpine, AlphaTauri e McLaren” sembra che le intenzioni di lotta guardino verso altri lidi. Proprio Pujolar ha infatti aggiunto che la squadra proverà “ad essere la terza forza sfidando la Mercedes”, ovvero è questo il reale obiettivo del team gestito da Frederic Vasseur. Bisognerà comprendere se gli aggiornamenti previsti già per Barcellona sulla C42 introdurranno ulteriori benefici, in accordo con quanto sperimenteranno team come Mercedes o McLaren in tale direzione.

Gli aggiornamenti che vedremo al Montmelò dovrebbero infatti migliorare il passo di gara delle monoposto italo svizzere, proseguendo lungo la direzione di quanto già introdotto a Imola. In merito a quegli aggiornamenti, proprio Pujolar aveva ammesso che il pacchetto visto durante il primo Gran Premio italiano della stagione stava funzionando nel verso giusto. La squadra è fiduciosa per quanto accadrà a Barcellona, fa però piacere vedere che le cose girano finalmente nel verso giusto.