in

Stellantis indietro sull’elettrico, ma è un vantaggio

Si lavora per battere la concorrenza, e l’attuale ritardo può essere un vantaggio.

batterie auto elettriche 1

Come qualsiasi cosa nuova, ci vuole tempo perché tutto sia perfetto. E questo vale pure inevitabilmente per le nuove auto elettriche. Per Stellantis in Italia, dove è evidente un certo ritardo in materia elettrificazione, potrebbe essere in vantaggio.
Questa almeno è la speranza, avvalorata anche dal fatto che studio, esperienze di cui ha già sperimentato la nuova tecnologia e alcune partnership possono portare al successo di Stellantis nell’elettrificazione.

Super batterie per Stellantis, autonomia elevata

Avere batterie con maggiore autonomia per le auto elettriche è ciò che ogni casa costruttrice vorrebbe.
Infatti oggi le auto elettriche, qualche problema lo hanno. Decisamente più costose delle auto benzina o diesel. Autonomia con un pieno di energia elettrica altrettanto decisamente inferiore al pieno di gasolio o di super.
E pure poche colonnine di ricarica o ricarica più lunga di un semplice rifornimento alla pompa.
Comunemente si dice che una auto elettrica è fatta per la maggiore dalla batteria. Si tratta del componente principale delle auto Green.
Ed è su questo che i costruttori, compreso Stellantis, si adoperano. Le batterie, che dovrebbero avere una autonomia di percorrenza maggiore per avere un maggiore appeal sui potenziali clienti.

Si lavora a batterie con più percorrenza

Che Stellantis sia all’opera per trovare soluzioni atte a rendere appetibile l’acquisto di auto elettriche è evidente. La prova è la recente partnership con Factorial Energy, una azienda al top nello sviluppo e nella produzione di batterie per auto elettriche.
Pare che proprio grazie a questa partnership con la Factorial Energy, Stellantis potrebbe trarre il beneficio di dotarsi di batterie per veicoli elettrici con una più elevata autonomia.
Secondo fondi attendibili, le batterie della Factorial Energy sarebbero più performanti di quelle che oggi vengono montate sulla stragrande maggioranza delle auto elettriche sul mercato.

Rispetto alle batterie agli ioni di litio infatti, quelle della Factorial Energy hanno una maggiore densità di energia tea il 20 ed il 50%. In vantaggio notevole, soprattutto se consideriamo che oggi ciò che un potenziale acquirente di auto elettriche valuta con assoluta attenzione è proprio l’autonomia.

Tutto pronto per il 2026, quando Stellantis sarà quasi completamente elettrica

auto elettrica 1

Oltre all’autonomia maggiore delle batterie di Factorial Energy, anche una maggiore sicurezza. Anche in questo caso fonti attendibili dicono che queste batterie hanno minori probabilità di prendere fuoco rispetto alle batterie che oggi sono diffuse.
Le batterie di Factorial Energy dovrebbero andare in produzione a regime dal 2026, stesso anno in cui Stellantis dovrebbe essere riconvertita completamente all’elettrico.
Buone nuove per Stellantis quindi, con il suo CEO Carlos Tavares che pur ammettendo le difficoltà del momento ed il ritardo nell’elettrificazione, sostiene che questo non è un fattore negativo.

In altri termini, pur se in ritardo rispetto ai competitor, c’è la speranza che si arrivi sul mercato con le auto Stellantis una volta di Fca, con auto e soprattutto batterie, migliori della concorrenza.

Non una cosa trascurabile questa, visto che ormai è sulla mobilità green puntano tutti, anche Stellantis.