in ,

Alfa Romeo Sauber: decimo posto per Charles Leclerc al GP di Francia

Il pilota monegasco di Alfa Romeo Sauber è riuscito a concludere il Gran Premio di Francia in decima posizione

Il team Alfa Romeo Sauber riesce a concludere il Gran Premio di Formula 1 in Francia con un buonissimo decimo posto per il pilota Charles Leclerc. Il giovane monegasco convince ancora e porta nuovamente a punti la sua scuderia riuscendo ad ottenere un risultato migliore del compagno Marcus Ericsson. Lo svedese infatti ha chiuso la sua avventura nel Gran Premio di Francia in tredicesima posizione.

Buon decimo posto per Alfa Romeo Sauber grazie a Charles Leclerc

Parlando con la stampa francese, il giovane pilota di Alfa Romeo Sauber ha dichiarato: “La giornata di ieri è stata incredibile. Sono sempre molto severo con me stesso e non sono molto contento di quello che ho fatto oggi.” 

“Ho fatto un errore alla curva 2 che ha permesso a Nico (Hülkenberg) di passare. Ma prima eravamo molto, molto veloci, non pensavamo di poter lottare con Haas e Renault e finalmente siamo riusciti a fare pressione su Magnussen.” 

Il porta colori del team elvetico, che da quest’anno è sponsorizzato da Alfa Romeo, ha poi continuato dicendo: “E’ stata davvero una gara molto positiva per noi in termini di ritmo. In termini di classifica, penso che ci sia il potenziale per fare ancora meglio, ma capita di sbagliare e cercherò per il futuro di imparare dagli errori fatti.”

Alfa Romeo Sauber
Alfa Romeo Sauber: buon decimo posto per Charles Leclerc

A proposito di Charles Leclerc, ricordiamo che nelle scorse ore si è parlato del possibile approdo del giovane pilota monegasco alla Ferrari a partire dalla prossima stagione. Il pilota arriverebbe in sostituzione di Kimi Raikkonen che potrebbe dare il suo addio alla Formula 1 a fine stagione.

In questo inizio di campionato Leclerc nonostante sia all’esordio ha già mostrato tutto il suo valore. In molti ipotizzano un futuro luminoso per il pilota che se davvero l’anno prossimo anno passasse in Ferrari potrebbe essere realmente uno dei futuri protagonisti del campionato di Formula 1.