in

Stellantis vuole diventare un’azienda tecnologica incentrata sulla mobilità

I tre centri tecnologici indiani a Chennai, Pune e Hyderabad permetteranno di raggiungere quest’obiettivo

Stellantis ha affermato di voler essere vista come un’azienda tecnologica del settore della mobilità piuttosto che come una casa automobilistica. A tal fine, l’azienda punta a raggiungere i 20 miliardi di euro entro il 2030.

Mentre l’obiettivo più grande è quello di avere 34 milioni di veicoli connessi entro la fine del decennio, un obiettivo più vicino è rendere la maggior parte dei suoi nuovi veicoli capaci di ricevere aggiornamenti via OTA entro il 2024.

Stellantis
Stellantis, 34 milioni di veicoli connessi entro la fine del decennio

Stellantis: vuole essere considerata una mobility tech company piuttosto che una casa automobilistica tradizionale

In questo, l’India è destinata a svolgere un ruolo molto importante. Poiché il software è l’aspetto chiave di questo piano, Stellantis vuole sfruttare le capacità ingegneristiche del paese e in particolare i suoi tre centri tecnologici presenti in India a Chennai, Pune e Hyderabad.

Mamatha Chamarthi, Head of Software business and product management di Stellantis, ha dichiarato a ET Auto che entro il 2024 la società avrà il 100% dei suoi componenti e funzionalità equipaggiati per gli aggiornamenti via OTA. Ciò significa che nei prossimi tre anni, il gruppo automobilistico italo-francese punta ad avere 12 milioni di auto connesse e con 6 milioni di aggiornamenti via OTA.

Dei tre centri tecnologici, l’unità di Hyderabad sarà fondamentale per i progetti ad alta intensità di software con guida autonoma e tecnologie di veicoli connessi in quanto l’attenzione è rivolta sull’intelligenza artificiale e sull’ingegneria software.

Chamarthi ha intenzione di raddoppiare il numero di ingegneri presso il centro tecnologico di Hyderabad attraverso l’assunzione di circa 4500 ingegneri software negli hub tecnologici dell’azienda. Oltre al processo di assunzione tradizionale, Stellantis sta anche valutando eventuali partnership con università indiane e del resto del mondo per generare un pool di talenti.

Gli ingegneri nei centri tecnologici indiani del gruppo lavoreranno anche su nuove piattaforme tecnologiche di intelligenza artificiale, ossia STLA Brain, STLA Smart Cockpit e STLA Autodrive, che saranno lanciate nel 2024.

Sfruttando le sue piattaforme STLA Small, STLA Medium, STLA Large e STLA Frame, Stellantis investirà circa 30 milioni di dollari nello sviluppo di veicoli elettrici e software. Con il Consumer Electronics Show (CES) 2022 alle porte, il gruppo automobilistico guidato da Carlos Tavares potrebbe già svelare qualche novità interessante.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento