in

Ferrari F40: la versione moderna su base Countach LPI 800-4 [Render]

L’iconica vettura potrebbe ispirare un nuovo modello speciale della serie Icona

Lamborghini ha deciso di festeggiare il 50º anniversario della leggendaria Countach con il lancio della Countach LPI 800-4. Proprio questa vettura ha permesso a Superrenderscars di realizzare una versione modernizzata dell’iconica Ferrari F40.

Diciamo che questo progetto digitale sarebbe un interessante spunto per lo storico marchio modenese per riportare sul mercato una versione moderna della F40. Sebbene l’arrivo della Lamborghini Countach LPI 800-4 non sia stato apprezzato da alcune persone, sicuramente la casa automobilistica di Sant’Agata Bolognese ha guadagnato punti.

Ferrari F40 versione moderna render
Lamborghini Countach LPI 800-4

Ferrari F40: ecco il progetto di Superrenderscars basato sulla Countach LPI 800-4

Ciò viene anche dimostrato da tutte e 112 le unità previste per la produzione che sono tutte già vendute prima della presentazione al pubblico al prezzo di 2,5 milioni di euro ciascuna.

Basata sulla Sian FKP 37, la vettura presenta una monoscocca in fibra di carbonio e un gruppo propulsore con tecnologia mild hybrid. Come ben 814 CV di potenza a disposizione, la LPI 800-4 impiega soli 2,8 secondi per passare da 0 a 100 km/h e raggiunge una velocità massima di 355 km/h.

Ritornando al progetto di Superrenderscars, l’idea di una Ferrari F40 contemporanea sicuramente non è male, ma l’aver preso come spunto la nuova Lamborghini potrebbe far imbestialire i fan dell’iconica vettura e in generale quelli del cavallino rampante.

Ad ogni modo, il progetto digitale presenta alcuni richiami lla vettura originale, come i gruppi ottici anteriori, il cofano motore, i cerchi, gli specchietti retrovisori esterni e la forma dell’alettone posteriore.

Considerando che Lamborghini ha preso come base di partenza le Aventador e Sian FKP 37 per progettare la moderna Countach, Ferrari potrebbe prendere in considerazione la 296 GTB oppure la bravissima Daytona SP3 della serie Icona. Magari potrebbe essere anche un nuovo modello appartenente a quest’ultima speciale gamma di vetture.

Sotto il cofano non ci sarebbe più il V8 biturbo da 2.9 litri che nella Ferrari F40 originale era capace di sviluppare 478 CV di potenza a 7000 g/min e 577 Nm di coppia massima a 4000 g/min, abbinato a un cambio manuale a 5 marce e alla trazione posteriore.

Le prestazioni garantite da questa configurazione permettevano alla supercar di raggiungere i 326 km/h di velocità massima e di impiegare 4,10 secondi per passare da 0 a 100 km/h e 11,30 secondi da 0 a 200 km/h.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento