in

Stellantis non dovrà pagare 30 milioni di euro di tasse arretrate

Stellantis non dovrà pagare 30 milioni di euro di tasse arretrate al Lussemburgo, lo ha confermato un consulente della corte suprema europea

Arriva una buona notizia per il gruppo Stellantis dal Lussemburgo. Vi avevamo scritto nei mesi scorsi che c’era il rischio concreto che l’ex gruppo Fiat Chrysler Automobiles adesso confluito nella società guidata da Carlos Tavares avrebbe dovuto pagare tasse supplementari.

Nelle scorse ore per fortuna è arrivata la notizia che FCA non dovrà pagare 30 milioni di euro di tasse arretrate al Lussemburgo. Lo ha confermato giovedì un consulente della corte suprema europea.

Stellantis non dovrà pagare 30 milioni di euro di tasse arretrate al Lussemburgo

Il caso relativo al gruppo Stellantis faceva parte di un pacchetto di provvedimenti del commissario europeo alla concorrenza Margrethe Vestager per quanto concerne gli accordi amichevoli tra paesi dell’Unione europea e multinazionali.

Tra questi il più importante è sicuramente l’accordo irlandese di Apple e quello lussemburghese di Amazon. Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles, che si è fusa con il produttore di Peugeot, PSA Groupe, all’inizio di quest’anno diventando Stellantis, aveva impugnato l’ordinanza fiscale dell’UE al Tribunale.

Insomma sicuramente una bella notizia per la società del numero uno, il CEO Carlos Tavares che così si risparmia di dover pagare una bella somma che ovviamente in un momento così delicato per l’industria automobilistica non sarebbe stato apprezzato dai responsabili delle finanze del gruppo.

Stellantis Logo
Stellantis non dovrà pagare 30 milioni di euro di tasse arretrate al Lussemburgo, lo ha confermato un consulente della corte suprema europea

Vedremo in proposito se nei prossimi giorni arriveranno ulteriori novità. Ricordiamo infine che nella sua decisione del 2015, la Commissione aveva affermato che Fiat Chrysler Automobiles aveva fissato prezzi per beni e servizi venduti tra controllate, noti come prezzi di trasferimento, che erano inferiori ai tassi di mercato e che avevano così abbassato artificialmente le loro tasse. Ma a quanto pare le cose non sono andate così visto quando stabilito quest’oggi.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: il gruppo automobilistico guidato dal CEO Carlos Tavares espande la leadership in Brasile, Argentina e Sud America

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento