in

Stellantis cosa vuole fare in Cina?

Stellantis: il gruppo automobilistico deve ancora dire esattamente quello che vuole fare per emergere in Cina dove le sue marche latitano

Il mercato auto della Cina diventa sempre più importante ogni anno che passa. Solo quello americano può essere considerato altrettanto importante anche se per alcuni il sorpasso dei cinesi nei confronti degli americani sarebbe già avvenuto. Quello che molti si domandano a proposito della Cina è cosa vuole fare Stellantis.

Come risorgere in Cina? Presto Stellantis ci dirà il suo piano

Infatti il gruppo automobilistico guidato da Carlos Tavares al momento si trova in difficoltà in quel paese. Le vendite degli ex marchi di PSA e Fiat Chrysler Automobiles, che comunque non sono mai state altissime, adesso sono crollate ai minimi storici.

Nonostante ciò Stellantis non si vuole arrendere in quanto il gruppo è consapevole che se non si fa bene in quel mercato si rischia di vanificare quanto di positivo fatto altrove. Dunque urge un piano articolato per mezzo del quale la casa automobilistica di Carlos Tavares possa trovare la sua strada in quel difficile mercato in cui comunque le marche europee in generale, a parte qualche eccezione, non hanno mai avuto vita facile.

A dire il vero qualche cosa già è stata anticipata da Stellantis sul suo futuro in Cina. Ad esempio abbiamo saputo che il gruppo punterà forte sulle auto elettriche e inoltre il marchio Opel avrà un ruolo molto importante nel rilancio delle attività cinesi del gruppo. Il recente accordo con Svolt per la produzione di batterie in Cina conferma che le intenzioni di Carlos Tavares sono davvero serie.

Stellantis News
Stellantis: il gruppo automobilistico deve ancora dire esattamente quello che vuole fare per emergere in Cina dove le sue marche latitano

Quello che però tutti vogliono sapere è in concreto quali saranno i modelli sui quali Stellantis punterà per espandere le proprie quote di mercato in Cina e soprattutto su quali brand. Alfa Romeo dovrebbe essere tra questi, almeno secondo le parole del suo numero uno Jean-Philippe Imparato. Probabilmente con i SUV e le berline più grandi. Oltre ad Opel anche Jeep dovrebbe avere un ruolo primario.

La casa americana è già presente in forze nel mercato auto cinese. Maserati ovviamente sarà pure della partita con le sue auto lussuose e probabilmente anche le francesi con Peugeot in primis proveranno a dire la loro. Del resto tra i vari obiettivi di Carlos Tavares vi è anche quello di trasformare Peugeot in un marchio globale. Anche per questo bisognerà fare bene in Cina.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: il gruppo automobilistico annuncia ufficialmente dove produrrà il cambio e-DCT

Looks like you have blocked notifications!