in

Stellantis tra le poche a soddisfare gli obiettivi sulle emissioni

Stellantis è uno dei 5 gruppi automobilistici a rispettare gli obiettivi di riduzione delle emissioni dopo 6 mesi del 2021 secondo Transport & Environment 

Arrivano buone notizie per il gruppo Stellantis. Secondo i dati dell’organizzazione Transport & Environment (T&E) trapelati nelle scorse ore, con le vendite nel primo semestre, sono solo cinque i gruppi o pool  che già raggiungono i loro obiettivi relativi alla riduzione delle emissioni grazie a una combinazione di strategie, come l’aumento delle vendite di plug-in, il  miglioramento dell’efficienza dei motori a combustione o l’uso di flessibilità normative.

Dopo i primi 6 mesi del 2021 Stellantis è uno dei pochi produttori a rispettare le norme sulle emissioni

Tra questi cinque gruppi troviamo anche Stellantis. Il gruppo automobilistico guidato da Carlos Tavares che comprende marchi come Peugeot, Citroën, Opel, DS, Fiat, Abarth Alfa Romeo o Jeep, rispetta il margine più piccolo di 2,1 g/km e si concentra maggiormente sull’efficienza del motore e sull’ibridazione.

Si tratta ovviamente di un dato che fa molto piacere ai vertici del gruppo automobilistico nato dalla fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e PSA Groupe che aveva proprio questo tra i suoi principali obiettivi. Sembrano lontani i tempi in cui Fiat Chrysler Automobiles era costretta a pagare profumatamente Tesla per creare un pool con gli americani e non dover pagare multe miliardarie in Europa.

Stellantis Loghi
Stellantis è uno dei soli 5 gruppi automobilistici a rispettare gli obiettivi di riduzione delle emissioni dopo 6 mesi del 2021 secondo Transport & Environment

Oltre a Stellantis gli altri produttori che dopo 6 mesi del 2021 hanno già raggiunto i propri obiettivi di emissioni sono: Jaguar Land RoverTesla , Honda , BMWVolvo CarsDaimler. Dobbiamo però precisare che le prime 3 aziende di questa lista hanno creato insieme un pool. Solo in questo modo sono riuscite a rispettare le regole previste in Europa.

Dobbiamo però dire ad onor del vero che a seguito dei dati raccolti fino allo scorso giugno, tutte le case automobilistiche sono sulla buona strada per raggiungere, se non lo hanno già fatto, i loro obiettivi di emissioni di anidride carbonica per l’intero anno 2021. 

Sebbene Carlos Tavares non condivida a pieno le ultime decisioni dell’Unione Europea per quello che concerne l’elettrificazione “forzata” da parte delle case automobilistiche delle loro gamme, il CEO di Stellantis ha mostrato comunque di voler mantenere le promesse effettuate in passato.

Non a caso nel futuro piano industriale di Stellantis l’elettrificazione delle gamme delle sue case automobilistiche molto probabilmente sarà l’elemento fondamentale per quanto riguarda il futuro del gruppo automobilistico. Questo anche perché con le regole sempre più restrittive per tutti i produttori non rimane altra strada che passare alla piena mobilità elettrica.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: in Francia i suoi concessionari tra i meno soddisfatti in assoluto

Looks like you have blocked notifications!