in

Maserati: ecco il nuovo piano industriale, obiettivo raddoppiare le vendite

Confermata la produzione del D-SUV e della nuova Alfieri

Maserati piano industriale

Anche Maserati ha presentato il suo nuovo piano industriale che punta a continuare il processo di crescita iniziato negli scorsi anni. Il brand del Tridente ha posto come target per il 2022, anno in cui terminerà il nuovo piano industriale, il raggiungimento delle 100 mila unità vendute all’anno in tutto il mondo. Nello stesso tempo, Maserati punta a raggiungere un margine del 15%.

Rispetto al 2017, anno terminato con un totale di poco più di 50 mila unità vendute in tutto il mondo, Maserati punta ad avviare un programma di espansione considerevole andando a raddoppiare le vendite su scala internazionale grazie al rinnovamento della gamma, anche grazie all’arrivo dell’elettrificazione, ed al debutto in un nuovo segmento di mercato.

Questi obiettivi, annunciati alla fine della presentazione del nuovo piano, riassumono in poche righe quelli che sono i progetti che Maserati porterà sul mercato nel corso dei prossimi anni. Il brand andrà a rinnovare la gamma con l’arrivo di alcune novità davvero interessanti e il debutto in un nuovo segmento di mercato.

Il progetto intorno a cui ruota tutto il programma di crescita di Maserati è, senza dubbio, quello del nuovo D-SUV, la cui produzione è stata ufficializzata proprio con l’annuncio del nuovo piano industriale. Questo modello avrà il compito di dare un contributo sostanziale alla crescita delle vendite del marchio italiano nel corso dei prossimi anni.

Il nuovo SUV di casa Maserati, che sarà basato sulla piattaforma Giorgio dell’Alfa Romeo Stelvio (questo dettaglio non è stato incluso nella presentazione ufficiale), potrà contare su di una distribuzione 50/50 del peso e sul miglior rapporto prestazioni/peso per il suo segmento di mercato. Il nuovo D-SUV di casa Maserati sarà, naturalmente, commercializzato anche in versione plug-in hybrid. 

Maserati D-SUV

Tra le novità assolute previste dal nuovo piano industriale di Maserati c’è, finalmente, anche il debutto ufficiale della nuova Maserati Alfieri, presentata quattro anni fa sotto forma di concept car, che andrà a sostituire le attuali GranTurismo e GranCabrio. La Alfieri sarà, quindi, realizzata in due varianti, Coupé e Cabrio e potrà contare su tre differenti motorizzazioni. Oltre ad una versione “tradizionale” a benzina, la Alfieri sarà anche disponibile in versione plug-in hybrid ed in una variante elettrica a zero emissioni. 

Maserati Alfieri

Parte integrante del nuovo piano industriale saranno anche le nuove generazione dell’ammiraglia Maserati Quattroporte e del SUV Maserati Levante ed il restyling della Maserati Ghibli che, quindi, dovrebbe ricevere una nuova generazione soltanto a partire dal 2023, quindi con il prossimo piano industriale del brand italiano.

Ecco come sarà composta la gamma Maserati al termine del nuovo piano industriale, nel 2022. I modelli sul mercato saranno 6:

Maserati portfolio

La gamma di Maserati si rinnoverà con il debutto di nuove motorizzazioni ibride, destinate a diventare sempre più rilevanti per il futuro del marchio. Sul mercato però arriveranno anche le varianti elettriche a zero emissioni che costituiranno la gamma “Maserati Blue”. In cantiere, oltre alla Alfieri, ci sono anche le versioni elettriche del Levante e della Quattroporte. Le nuove Maserati Blue potranno contare su di un powertrain a tre motori elettrici che avrà come focus principale le prestazioni.

Maserati Blue

L’elettrico e soprattutto l’ibrido sarà la chiave per il progressivo addio di Maserati al diesel. I motori a gasolio non faranno parte del futuro di Maserati. Le motorizzazioni ibride garantiranno un sostanziale incremento delle prestazioni ed una netta riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi di carburante.

Al momento, non vi sono tempistiche precise in merito all’arrivo dei nuovi modelli ed al debutto dell’ibrido e dell’elettrico all’interno della gamma Maserati. Come emerso nelle scorse settimane, il primo passo del progetto di crescita del brand dovrebbe essere rappresentato dal debutto del D-SUV, atteso sul mercato per il 2020. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti in merito al nuovo piano industriale di FCA.


Written by Davide Raia

Appassionato di tecnologia e motori da sempre, editor e blogger, scrivo sul web da più di dieci anni. Ho collaborato con diverse testate online, occupandomi di temi differenti ma senza mai abbandonare il mondo dei motori ed, in particolare, il settore auto che ormai seguo quotidianamente con l’obiettivo di scoprire news e curiosità su tutti i nuovi modelli in arrivo. Nel tempo libero leggo, monto e smonto PC e cambio smartphone con troppa frequenza. Prossimo obiettivo: acquistare un’auto elettrica.