in

Alfa Romeo Racing: in Turchia buoni propositi, 2022 nel mirino

Dopo l’interessante risultato in Russia, l’Alfa Romeo Racing affronta la Turchia con fiducia: ma si guarda al 2022 come un’opportunità

I punti raccolti a Sochi non hanno sicuramente riavvicinato l’Alfa Romeo Racing all’ottava piazza del Mondiale Costruttori appartenente alla Williams. Di certo i 4 punti raccolti dal rientrante (dopo la positività al Coronaivurs) Kimi Raikkonen forniscono una necessaria iniezione di fiducia al team italo elvetico, gestito da Frederic Vasseuer, che ora guarda al Gran Premio della Turchia con fiducia considerati anche i positivi riscontri in Qualifica dello scorso anno.

Lo scorso anno all’Istanbul Park entrambe le Alfa Romeo avevano agguantato la qualificazione in Q3 con un impressionante ottavo tempo di Kimi Raikkonen a due decimi da Lewis Hamilton, seguito in decima piazza da Antonio GIovinazzi. Lo scorso anno la gara non fu clemente con i due piloti dell’Alfa Romeo Racing, tanto che Antonio fu costretto al ritiro per un problema tecnico mentre Kimi rimase fuori dalla Top Ten.

La pioggia potrebbe aiutare un’altra volta l’Alfa Romeo Racing

Le previsioni pare vedano ampie possibilità di pioggia domenica, condizione che di certo potrebbe sparigliare le carte e aiutare le performance del duo di casa Alfa Romeo Racing. Di certo giungere in Turchia con in tasca il miglior risultato di questo 2021 potrebbe aprire le porte a condizioni di fiducia maggiori.

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen

Lo sa bene Kimi Raikkonen che intanto ha ammesso: “è sempre bello finire nella Top Ten, soprattutto quando tante volte siamo andati così vicini a questo obiettivo. Il risultato è avvenuto in condizioni molto particolari, quindi non possiamo ricavarne molte informazioni rilevanti, ma allo stesso tempo dovevamo fare alcune scelte giuste e ci siamo riusciti. Abbiamo mantenuto la calma nei momenti difficili. La Turchia sarà un altro Gran Premio interessante: l’anno scorso si è rivelata una gara movimentata, e potrebbero ripetersi determinate condizioni meteo. Avremo bisogno di essere furbi e di vedere come cambiano certe situazioni nel fine settimana”.

Allo stesso modo Antonio Giovinazzi possiede un conto in sospeso col fine settimana turco dello scorso anno: “non vedo l’ora di tornare a correre in Turchia. L’ultimo weekend di gara non è stato facile e credo che avremmo potuto ottenere di più. Sochi però è il passato, non vedo l’ora di tornare a Istanbul. Ricordo la nostra esperienza su questo circuito l’anno scorso: è stata una gara unica e, anche se non possiamo aspettarci che si ripetano le condizioni di bassa aderenza del 2020, sappiamo che dobbiamo essere pronti per qualsiasi cosa possa accadere. Il buon risultato di squadra a Sochi è stato una spinta per tutti noi e vogliamo sfruttarlo per questo fine settimana”.

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

C’è fiducia anche da parte di Frederic Vasseur. Il team principal dell’Alfa Romeo Racing ha aggiunto: “segnare punti in Russia è stata una grande iniezione di fiducia. Abbiamo portato finalmente a casa una ricompensa per tutto il duro lavoro della squadra. Abbiamo potuto sfruttare al meglio le circostanze negli ultimi giri di gara: le condizioni erano difficili, ma abbiamo ottenuto un buon risultato. Ora dobbiamo mantenere questo livello di prestazione, pronti a sfruttare al meglio le occasioni che possono capitare. L’anno scorso abbiamo fatto davvero bene nelle Qualifiche di Istanbul, che saranno una base su cui costruire quando torneremo in Turchia con l’obiettivo di fare un’altra gara positiva”.

Gli occhi puntati al 2022

L’Alfa Romeo Racing sapeva che sacrificare il 2021 per dare priorità ai nuovi regolamenti previsti per il 2022 sarebbe stato un rischio, e il team principal Frederic Vasseur spera che perdere l’ottava piazza nel Costruttori a discapito della Williams quest’anno si rivelerà fruttuoso per la prossima stagione.

La Williams ha avuto sicuramente la monoposto più lenta della stagione iridata dello scorso anno, ma ha sviluppato un pacchetto migliore per questa stagione e ha sfruttato ottime opportunità in Ungheria, Belgio e Italia per approntare 22 punti e passare comodamente davanti all’Alfa Romeo nella lotta per l’ottavo posto nel Campionato Costruttori. Questo è un rischio che Vasseur sapeva di correre rinunciando a parentesi di sviluppo per il 2021 in anticipo, ma ci sono altre aree in cui spera che la squadra sia progredita.

“Abbiamo preso la decisione di interrompere lo sviluppo molto presto di interrompere”, ha ammesso Frederic Vasseur a RACER. “Sapevamo che c’era il rischio di perdere una posizione in campionato se fosse successo qualcosa, e qualcosa è successo. Anche se siamo stati più veloci della Williams in Qualifica, abbiamo perso una o due opportunità ed è stato quando gli altri sono invece andati a punti. D’altronde abbiamo preso la decisione di puntare al 2022 già alla fine dello scorso anno. Forse personalmente ho sottovalutato il fatto che è abbastanza difficile andare in pista senza aggiornamenti, ma è così. Siamo più concentrati sulla preparazione delle strategie e penso che abbia senso. Come visto a Monza, stiamo facendo dei progressi, e penso che derivi anche dal funzionamento della C41 in pista. Questo è stato un passaggio importante per noi, miglioramenti nella gestione delle gomme e così via, che ci ha portati a formalizzare qualche passo in avanti”.

Frederic Vasseur
Frederic Vasseur

In Alfa Romeo Racing sanno che il grosso cambiamento regolamentare atteso per il 2022 può essere inteso come una forte opportunità, ma Vasseur ritiene che la posizione dell’Alfa Romeo sul budget cap potrebbe rivelarsi un punto di forza.

“Vogliamo tutti raggiungere il top il prossimo anno e tutti vogliamo ottenere risultati migliori”, ha aggiunto. 

I punti raccolti a Sochi non hanno sicuramente riavvicinato l’Alfa Romeo Racing all’ottava piazza del Mondiale Costruttori appartenente alla Williams. Di certo i 4 punti raccolti dal rientrante (dopo la positività al Coronaivurs) Kimi Raikkonen forniscono una necessaria iniezione di fiducia al team italo elvetico, gestito da Frederic Vasseuer, che ora guarda al Gran Premio della Turchia con fiducia considerati anche i positivi riscontri in Qualifica dello scorso anno.

Lo scorso anno all’Istanbul Park entrambe le Alfa Romeo avevano agguantato la qualificazione in Q3 con un impressionante ottavo tempo di Kimi Raikkonen a due decimi da Lewis Hamilton, seguito in decima piazza da Antonio GIovinazzi. Lo scorso anno la gara non fu clemente con i due piloti dell’Alfa Romeo Racing, tanto che Antonio fu costretto al ritiro per un problema tecnico mentre Kimi rimase fuori dalla Top Ten.

La pioggia potrebbe aiutare un’altra volta l’Alfa Romeo Racing

Le previsioni pare vedano ampie possibilità di pioggia domenica, condizione che di certo potrebbe sparigliare le carte e aiutare le performance del duo di casa Alfa Romeo Racing. Di certo giungere in Turchia con in tasca il miglior risultato di questo 2021 potrebbe aprire le porte a condizioni di fiducia maggiori.

Lo sa bene Kimi Raikkonen che intanto ha ammesso: “è sempre bello finire nella Top Ten, soprattutto quando tante volte siamo andati così vicini a questo obiettivo. Il risultato è avvenuto in condizioni molto particolari, quindi non possiamo ricavarne molte informazioni rilevanti, ma allo stesso tempo dovevamo fare alcune scelte giuste e ci siamo riusciti. Abbiamo mantenuto la calma nei momenti difficili. La Turchia sarà un altro Gran Premio interessante: l’anno scorso si è rivelata una gara movimentata, e potrebbero ripetersi determinate condizioni meteo. Avremo bisogno di essere furbi e di vedere come cambiano certe situazioni nel fine settimana”.

Allo stesso modo Antonio Giovinazzi possiede un conto in sospeso col fine settimana turco dello scorso anno: “non vedo l’ora di tornare a correre in Turchia. L’ultimo weekend di gara non è stato facile e credo che avremmo potuto ottenere di più. Sochi però è il passato, non vedo l’ora di tornare a Istanbul. Ricordo la nostra esperienza su questo circuito l’anno scorso: è stata una gara unica e, anche se non possiamo aspettarci che si ripetano le condizioni di bassa aderenza del 2020, sappiamo che dobbiamo essere pronti per qualsiasi cosa possa accadere. Il buon risultato di squadra a Sochi è stato una spinta per tutti noi e vogliamo sfruttarlo per questo fine settimana”.

C’è fiducia anche da parte di Frederic Vasseur. Il team principal dell’Alfa Romeo Racing ha aggiunto: “segnare punti in Russia è stata una grande iniezione di fiducia. Abbiamo portato finalmente a casa una ricompensa per tutto il duro lavoro della squadra. Abbiamo potuto sfruttare al meglio le circostanze negli ultimi giri di gara: le condizioni erano difficili, ma abbiamo ottenuto un buon risultato. Ora dobbiamo mantenere questo livello di prestazione, pronti a sfruttare al meglio le occasioni che possono capitare. L’anno scorso abbiamo fatto davvero bene nelle Qualifiche di Istanbul, che saranno una base su cui costruire quando torneremo in Turchia con l’obiettivo di fare un’altra gara positiva”.

Gli occhi puntati al 2022

L’Alfa Romeo Racing sapeva che sacrificare il 2021 per dare priorità ai nuovi regolamenti previsti per il 2022 sarebbe stato un rischio, e il team principal Frederic Vasseur spera che perdere l’ottava piazza nel Costruttori a discapito della Williams quest’anno si rivelerà fruttuoso per la prossima stagione.

La Williams ha avuto sicuramente la monoposto più lenta della stagione iridata dello scorso anno, ma ha sviluppato un pacchetto migliore per questa stagione e ha sfruttato ottime opportunità in Ungheria, Belgio e Italia per approntare 22 punti e passare comodamente davanti all’Alfa Romeo nella lotta per l’ottavo posto nel Campionato Costruttori. Questo è un rischio che Vasseur sapeva di correre rinunciando a parentesi di sviluppo per il 2021 in anticipo, ma ci sono altre aree in cui spera che la squadra sia progredita.

“Abbiamo preso la decisione di interrompere lo sviluppo molto presto di interrompere”, ha ammesso Frederic Vasseur a RACER. “Sapevamo che c’era il rischio di perdere una posizione in campionato se fosse successo qualcosa, e qualcosa è successo. Anche se siamo stati più veloci della Williams in Qualifica, abbiamo perso una o due opportunità ed è stato quando gli altri sono invece andati a punti. D’altronde abbiamo preso la decisione di puntare al 2022 già alla fine dello scorso anno. Forse personalmente ho sottovalutato il fatto che è abbastanza difficile andare in pista senza aggiornamenti, ma è così. Siamo più concentrati sulla preparazione delle strategie e penso che abbia senso. Come visto a Monza, stiamo facendo dei progressi, e penso che derivi anche dal funzionamento della C41 in pista. Questo è stato un passaggio importante per noi, miglioramenti nella gestione delle gomme e così via, che ci ha portati a formalizzare qualche passo in avanti”.

In Alfa Romeo Racing sanno che il grosso cambiamento regolamentare atteso per il 2022 può essere inteso come una forte opportunità, ma Vasseur ritiene che la posizione dell’Alfa Romeo sul budget cap potrebbe rivelarsi un punto di forza.

“Vogliamo tutti raggiungere il top il prossimo anno e tutti vogliamo ottenere risultati migliori”, ha aggiunto. 

“Tutti dicono che si vuole fare un lavoro migliore l’anno prossimo. Auspicabilmente! Questo è il DNA della Formula 1, e questa è la competizione. Alcune squadre hanno preso la decisione di interrompere lo sviluppo per il 2021 molto presto per concentrarsi sul 2022, ma penso che probabilmente noi siamo stati i primi. L’altro aspetto della discussione è il budget cap. Stiamo giocando nel nostro campo. L’anno prossimo non faremo alcuna restrizione al budget: aumenteremo anche il budget e metteremo la squadra in condizioni migliori quando altri team dovranno ridurre, e sarà la prima volta che l’auto verrà sviluppata sotto la condizione del limite di spesa. La considero un’opportunità, ma è un’opportunità per un paio di squadre e avremo un campione del mondo, un secondo, un terzo e un P10. Niente è garantito. È una mega sfida. Sappiamo perfettamente che in passato il grande cambiamento di regolamento è stato anche una grande opportunità per alcune squadre, ma è stato anche un grande dramma per altre”. Bisognerà solo attendere allora.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento